il sindacato

Il turismo spinge i prezzi al rialzo

di Cristiano Dell'Oste e Michela Finizio


default onloading pic

1' di lettura

I rappresentanti degli inquilini denunciano da tempo «la trasformazione delle locazioni nelle città d’arte» e parlano di «emergenza sociale». Daniele Barbieri, segretario generale Sunia-Cgil sottolinea che «la domanda di case da affittare c’è ed è sempre più forte, ma ormai nei centri storici anche gli studenti fuori sede faticano a trovare appartamenti per il periodo universitario».

Tutto è legato al turismo. L’esplosione degli affitti brevi ha spostato verso questo segmento parte dell’offerta e messo sul mercato immobili prima sfitti. Ma soprattutto «la maggiore redditività del breve droga al rialzo i prezzi dell’affitto normale», aggiunge Barbieri. E gli effetti collaterali, secondo gli inquilini, non finiscono qui: «I centri storici si stanno spopolando e l’esplosione delle locazioni turistiche genera fenomeni urbanistici incontrollati, stravolge il tessuto urbano e le modalità di utilizzo della città. I negozi si trasformano e crescono i servizi di bassa qualità per intercettare il mordi e fuggi». Tutto a scapito delle famiglie, costrette a spostarsi verso la periferia per trovare casa.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...