Scienza

Il vantaggio della terapia digitale è la sostenibilità

di Francesca Cerati


default onloading pic
(cassis - stock.adobe.com)

1' di lettura

L’introduzione delle terapie digitali può aiutare ad affrontare le sfide di sostenibilità dei sistemi sanitari?

« Il modello di business è alla base di tutto - precisa Chiara Sgarbossa, direttore dell’Osservatorio innovazione digitale in sanità del Politecnico di Milano -. Occorre capire come i vari attori coinvolti possono sfruttare al meglio queste nuove tecnologie da un lato per migliorare la salute dei pazienti e dall'altra per avere un ritorno, diventando quindi anche uno strumento per la sostenibilità dei servizi sanitari». Il mercato però non sembra ancora essere maturo «perché non c'è un chiaro owner dell'esigenza - continua Sgarbossa -. Il cittadino ormai usa le app per qualunque cosa, comincia per divertimento, ma poi non sa cosa farsene dei dati che raccoglie, perché non c'è un interlocutore che li traduce in buone pratiche mediche». Il suggerimento del Politecnico è che serve la volontà di usare questi strumenti in maniera strutturale, con un obiettivo ben preciso, che non devono partire dal basso. «Abbiamo già l’esempio delle telemedicina con cui viene erogata da remoto una prestazione che altrimenti verrebbe erogata presso una struttura sanitaria. Il risultato è paragonabile, ma i costi decisamente inferiori»

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...