ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAttualita

Il viaggio parte da un tariffario complicato

(IMAGOECONOMICA)

2' di lettura

Il caso concreto prende come esempio una tratta in Italia. Abbiamo provato, infatti, a simulare la prenotazione di un viaggio andata e ritorno a metà settembre sulla tratta Milano-Olbia o Milano-Cagliari (a seconda della meta offerta dalle compagnie), per una famiglia di quattro persone: due genitori, un bambino di otto anni e un neonato inferiore ai due. Tra i servizi aggiuntivi scelti: due bagagli a mano, uno da stiva (20 kg), la scelta dei posti, consumazione laddove disponibile e assicurazione.

L’offerta di partenza con Ryanair e Wizzair è di 9,99 euro a persona, sia all’andata che al ritorno; Volotea invece ci propone 9 euro all’andata e 19 al ritorno, mentre Easyjet propone 19,49 euro per ambedue le tratte.Incontriamo subito con Volotea la prima stranezza in carrello, dove il prezzo del biglietto d’andata per i due genitori è di 8,75 euro, mentre quello del bambino è di 8,45. Idem al ritorno, dove gli adulti pagano 18,48 e il minore 14,04 euro.

Loading...
LE COMPONENTI DEL PREZZO FINALE DEL BIGLIETTO AEREO
Loading...

Al passaggio successivo della prenotazione, ci viene proposta da tutte le compagnie la scelta di altre tariffe, comprensive di bagaglio a mano e/o da stiva e scelta del posto, nonchè altri servizi come cambio prenotazione o snack a bordo. I prezzi, da intendersi a persona per tratta e da aggiungere alla tariffa base, vanno dai 22,94 euro della tariffa “Regular” di Ryanair, ai 58,14 euro della tariffa”Wizz plus family” di Wizzair.

Scegliamo di continuare con l’offerta iniziale che prevede il solo zainetto, consapevoli che aggiungendo i bagagli in un secondo momento si andrà a risparmiare. E infatti: la priorità – ovvero bagaglio a mano più imbarco prioritario – va dagli 8 euro di Volotea ai 16,99 di Easyjet (ma in quest’ultimo caso, in realtà, il costo comprende la scelta del posto). A questo punto però, guardando il carrello della prenotazione Ryanair, ecco un’altra stranezza: nonostante vi sia scritto il contrario, il prezzo indicat0 per il bagaglio a mano (12,10 euro), non è da intendersi per volo, ma riguarda solo il bagaglio per il ritorno; all’andata infatti, il costo è di 13,20 euro.

La stessa cosa succede con il bagaglio da stiva: 21,99 euro all’andata, 25,29 al ritorno con Ryanair. Per Volotea invece il prezzo rimane il medesimo di 55,5 euro, e la stessa cosa vale per Easyjet 31,74 euro. Chiude Wizzair: 34,5 euro all’andata e 22 al ritorno.

Arriviamo a questo punto alla scelta dei posti. 4 euro a tratta per Ryanair (dove però il bambino di otto anni e uno dei genitori non pagano, se in determinate file), mentre con Wizzair si oscilla tra i 4 e i 5; 8,50 euro invece con Volotea e 9,99 per Easyjet.

Concludiamo la prenotazione con snack, dove disponibile, e assicurazione. I totali vanno dai 285,8 euro di Ryanair ai 389,56 di Volotea (come mostra il grafico in alto), e sono comprensivi del supplemento neonato, una tariffa fissa di 25 euro per Ryanair e Volotea e di 31 per Wizzair e Easyjet.

Facciamo a questo punto la prova del nove, ma ci accorgiamo che con Ryanair la tariffa applicataci per il minore di 2 anni non è di 25 euro, ma di 27,50 euro: 2,50 euro di differenza non ben identificati.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti