consumi

Il virus spinge l’e-commerce: acquisti online cresciuti del 20% rispetto al pre-Covid

Un sondaggio condotto da IZI in collaborazione con Comin&Partners racconta come sono cambiate le abitudini di consumo degli italiani

di Redazione economia

default onloading pic
(REUTERS)

Un sondaggio condotto da IZI in collaborazione con Comin&Partners racconta come sono cambiate le abitudini di consumo degli italiani


2' di lettura

Gli italiani preferiscono l’e-commerce. Rispetto al periodo pre-Covid, gli acquisti online dei principali beni di consumo – abbigliamento e accessori, alimenti, casalinghi, elettronica ed elettrodomestici, libri – hanno registrato un incremento medio del 20%.

Osservando i dati scorporati per settore emergono trend molto chiari. Nel settore dell’abbigliamento, per esempio, prima del Covid oltre i due terzi degli italiani (85%) si recavano negli esercizi commerciali a fare shopping: oggi a farlo è il 64%, con una conseguente crescita del commercio online del 20%.

Loading...

A misurare il cambiamento di abitudini di acquisto è stato un sondaggio condotto da IZI in collaborazione con Comin&Partners sulle abitudini di consumo degli italiani nel post Coronavirus, che ha anche misurato la preoccupazione del campione intervistato sul futuro della situazione economica italiana e internazionale.

Oltre la metà degli italiani (57%) ha dichiarato di essere abbastanza preoccupata dello scenario post Covid, mentre il 35% teme molto le conseguenze della situazione attuale sul futuro dell’economia.

Per quanto riguarda invece le scelte di consumo degli italiani, da un lato l’indagine conferma le difficoltà del commercio tradizionale e l’esigenza di un ripensamento del sistema, mentre dall’altro fa emergere chiaramente che il principale sostegno alla ripresa economica arriverà proprio dallo sviluppo dell’e-commerce.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti