banche

Illimity, attivi per 1,25 miliardi. A settembre il lancio della banca diretta

di Carlo Festa


default onloading pic

2' di lettura

Illimity, la banca guidata da Corrado Passera, dall'inizio dell'operatività nel settembre 2018 al luglio 2019, ha originato business per complessivi 1,25 miliardi di euro, registrando una significativa accelerazione in particolare nell'ultima parte del trimestre e nel mese di luglio. In particolare il totale attivo della società a fine giugno ammontava a 1,25 miliardi di euro, rispetto 1,1 miliardi di fine marzo, comprendendo principalmente crediti per finanziamenti concessi alla clientela per 775 milioni di euro, in aumento del 50% rispetto a quanto rilevato al 31 marzo 2019 e del 60% rispetto al dato di fine 2018, grazie al nuovo business concluso nel corso del primo semestre.

I volumi di attivi nei business specializzati con la clientela PMI e nel segmento dei NPL corporate sono risultati pari a 646 milioni di euro in crescita del 71% rispetto al 31 marzo 2019 e del 92% da inizio anno. A fine giugno Illimity aveva una robusta dotazione di liquidità, che, al netto delle risorse impiegate nella crescita del business, comprende circa 85 milioni di euro di cassa e posizione interbancaria netta positiva a cui si aggiunge un ulteriore buffer di liquidità per circa 95 milioni di euro tra attività finanziarie prontamente liquidabili di alta qualità e altri titoli negoziabili.

Illimity ha chiuso il secondo trimestre con un risultato netto negativo di 5,4 milioni di euro, portando il risultato netto dei primi sei mesi del 2019 a 11,4 milioni di euro, «in linea con quanto previsto dal piano industriale», secondo le previsioni della società. Il CET1 ratio di Illimity è risultato del 48%. Per il Ceo Corrado Passera, la seconda trimestrale «rispetta tutte le scadenze ed è in linea con la traiettoria prevista dal piano industriale».

Confermato il lancio commerciale a settembre delle banca diretta. Intanto in Germania l'istituto ha raccolto in due mesi, grazie alla partnership siglata a maggio con Raisin, 107 milioni di euro di depositi a termine grazie a 4100 clienti, circa 26mila euro a testa. Ora l'obiettivo è puntare ad allargare l'accordo per entrare in altri Paesi Ue.

Proprio l'altro ieri Illimity ha concluso un'importante acquisizione di crediti deteriorati da Mps per un valore complessivo di quasi 700 milioni in due operazioni distinte. La prima prevede la cessione pro-soluto di crediti non performing di Banca Mps e della controllata Mps Capital Services. Il portafoglio ha un valore di oltre 240 milioni e comprende crediti garantiti e non garantiti, originariamente assistiti da garanzia Ismea. La seconda operazione ha per oggetto la cessione di inadempienze probabili per un valore di 450 milioni di titolarità, anche in questo caso, sia di Banca Mps che di Mps Capital Services. Il portafoglio oggetto di cessione alla banca di Passera comprende crediti prevalentemente non garantiti verso clientela corporate del Monte dei Paschi.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...