ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùBORSA PARIGI

Impennata di Valneva, positivi i risultati dei test fase 3 del vaccino anti-Covid

Le azioni della biotech francese hanno raggiunto in avvio un progresso del 37 per cento

di Giuliana Licini

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Impennata di Valneva alla Borsa di Parigi dopo che la biotech francese ha annunciato i positivi risultati iniziali del suo vaccino contro il Covid. In avvio di contrattazioni, le azioni Valneva sono arrivate a segnare un progresso del 37%, attestandosi poi su un progresso del 33% a 16 euro, quando il Cac40 è in calo di quasi un punto percentuale. I risultati dei test di fase 3 del vaccino inattivato Vla2002 «hanno soddisfatto con successo i due principali criteri di valutazione», ha comunicato la società, precisando che «i livelli di titoli anticorpali sono superiori al vaccino di Astrazeneca» e che «il tasso di sieroconversione degli anticorpi neutralizzanti è superiore al 95%». Inoltre il vaccino è stato «ben tollerato, dimostrando un profilo di tolleranza migliore, in modo statisticamente significativo, rispetto al vaccino di confronto». Il test è stato condotto nel Regno Unito su 4.012 partecipanti di età superiore ai 18 anni in 26 centri. «Questi eccellenti risultati confermano i vantaggi spesso associati ai vaccini a virus intero inattivato. Siamo determinati a far registrare il nostro candidato-vaccino differenziato il più rapidamente possibile», ha sottolineato il ceo Thomas Lingelbach, citato in una nota, in cui aggiunge che il gruppo può dare «un importante contributo alla lotta mondiale contro la pandemia del Covid-19».

La società chiederà anche approvazione all'Ema

Valneva ha avviato l’inoltro graduale del dossier di richiesta di autorizzazione iniziale all’agenzia sanitaria britannica Mhra e si prepara a dare avvio anche alla richiesta di via libera all’agenzia europea del farmaco Ema. Il gruppo sta anche preparando un test del vaccino su bambini di 5-12 anni e un test di vaccinazione di richiamo per valutare la performance del Vla2002 nelle persone che necessitano un richiamo. Il Vla2001 – ricorda Valneva – è attualmente «il solo candidato vaccino inattivato e adiuvato contro il Covid-19 in sviluppo clinico in Europa».

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti