ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTabacco

Imperial Brands corre a Londra, ben impostata verso target 2022

Il produttore di tabacchi ha indicato di avere fatto «buoni progressi sulla via del raggiungimento degli obiettivi strategici»

di Giuliana Licini

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Imperial Brands in evidenza alla Borsa di Londra, dopo le indicazioni preliminari sul primo semestre e le prospettive per l’intero esercizio. Il titolo del produttore di tabacchi, numero quattro al mondo del settore, registra un rialzo anche superiore a due punti, mentre l’indice Ftse 100 è in calo. In un aggiornamento sull’evoluzione dell’attività, Imperial ha indicato di avere fatto «buoni progressi sulla via del raggiungimento degli obiettivi strategici», in particolare nel settore dei Next Generation Products. Il gruppo – ha precisato – continua a svilupparsi in linea con il piano quinquennale lanciato nel 2021, registrando un aumento della quota aggregata di mercato nei cinque mercati prioritari, che rappresentano circa il 70% dell’utile operativo rettificato. I guadagni registrati negli Usa, nel Regno Unito e in Australia hanno più che controbilanciato le flessioni in Germania e Spagna. Il gruppo prevede che il fatturato netto sarà da invariato a in aumento dell’1% sull’anno a valute costanti, con una crescita dell’utile operativo di circa l’1%.

La prima metà dell’esercizio, chiusa il 31 marzo, ha intanto fatto registrare, sulla base delle stime preliminari, una crescita dell’utile operativo del 2% circa e un fatturato «nell’insieme invariato, a valute costanti, in linea con le attese». Questo per l’indebolimento della performance del tabacco in Europa, che ha controbilanciato la crescita in altre regioni. Il gruppo punta a una ripresa nella seconda metà dell’anno, supportata dall’aumento dei prezzi. Il settore dei Next Generation Products ha registrato ricavi leggermente superiori rispetto al periodo precedente, sulla spinta della crescita registrata in Europa. Imperial Brands indica, inoltre, che continua a trattare in Russia con un gruppo locale per il trasferimento delle attività nel Paese. I risultati intermedi completi saranno annunciati il 17 maggio. Il gruppo, fondato nel 1901 con sede a Bristol, ha come marchi principale Gauloises, Winston, Rizla, Davidoff e Pulze.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti