ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùFondazione CaRiPaRo

Imprenditoria sociale, un bando da 5 milioni per il Terzo settore

di Valeria Zanetti

I risvolti. Ai progetti in grado di generare un impatto sociale più elevato, sarà inoltre attribuito un contributo a fondo perduto fino a 30mila euro

2' di lettura

Il Veneto è terreno fertile per la sperimentazione di attività sociali, che riescono anche a generare profitto, attingendo alla creatività di cui hanno dato prova negli anni enti, imprese, cooperative, che operano nel cosiddetto Terzo settore.

Ne è consapevole Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, la quale, per accelerare lo sviluppo di ulteriori azioni, lancia la seconda edizione di “Sostegno all’imprenditoria sociale”, bando ideato e promosso in partnership con le Camere di Commercio di Padova e di Venezia-Rovigo e con il sostegno di Intesa Sanpaolo.

Loading...

Obiettivo dell’iniziativa che riguarda la linea strategica dell’inclusione sociale, una delle tante in cui si declina l’attività dell’ente no profit di derivazione bancaria, è di agevolare l’accesso al credito di progetti proposti da imprese sociali e attività del Terzo settore, già costituite nelle due province, per produrre azioni pilota a elevato impatto sul territorio, che puntano a innovazione, sostenibilità ambientale e creazione di nuovi posti di lavoro. Per rendere operativo il bando viene o messo a disposizione il plafond di credito necessario: si tratta in prima battuta di risorse per 5 milioni di euro in finanziamenti «che, vista la difficile congiuntura economica attuale, con tassi di interesse e inflazione in forte crescita, rappresentano una grande opportunità» spiegano gli organizzatori.

Continua così la collaborazione tra il principale istituto di credito italiano e Fondazione Cariparo, che l’anno scorso hanno sottoscritto un protocollo triennale per sostenere con fondi e azioni congiunte iniziative di carattere sociale ed economico nelle province di Padova e Rovigo. I finanziamenti a valere su quest’ultimo bando potranno essere erogati fino a un massimo di 500mila euro; il loro tasso di interesse viene poi rimborsato al beneficiario dalla Fondazione, fino ad un tetto di 70mila euro.

Complessivamente Fondazione Cariparo ha stanziato per il suo impegno un plafond di 1,2 milioni di euro. I prestiti, concessi da parte di Intesa Sanpaolo, a condizioni particolarmente agevolate, avranno una durata compresa tra i 24 mesi e fino al massimo di 120. Saranno attribuiti a completamento di un’accurata analisi comparativa delle domande arrivate, sottoposte a verifica di correttezza formale e di valutazione di merito.

Ai proponenti, che presenteranno progetti in grado di generare un impatto sociale più elevato, sarà inoltre attribuito un contributo a fondo perduto fino a 30mila euro, erogato dalla Fondazione, a riconoscimento del particolare valore dell’azione promossa. In questo caso risulteranno premiate imprese ed enti attivi da meno di 24 mesi, che potranno ricevere fino al un massimo del 20% del totale concesso (quota che scende al 10% per i beneficiari attivi da almeno 24 mesi, ndr).

Anche le Camere di Commercio di Padova e di Venezia Rovigo avranno un ruolo preciso da svolgere. Offriranno infatti ad imprese ed enti selezionali i propri servizi di formazione, accompagnamento e consulenza per supportare le fasi di avvio e di sviluppo delle iniziative sociali proposte. Il bando è valido fino al 31 dicembre 2023 e le informazioni sono disponibili al link ( https://www.fondazionecariparo.it/iniziative/sostegno-imprenditoria-sociale/).

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti