Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 27 ottobre 2014 alle ore 11:19.

My24

Bologna – Con oltre 60mila visitatori, che salgono a 93mila prendendo in considerazione i saloni collegati, la 50esima edizione del Saie, la manifestazione fieristica bolognese dedicata all'industrializzazione edilizia, ha chiuso con grandi numeri e un profilo sempre più internazionale.

Con un balzo degli ospiti pari al 18% e un incremento dei visitatori stranieri (15mila, praticamente triplicati rispetto al 2013) lo storico salone di BolognaFiere ha vinto la scommessa di fare di questa vetrina mondiale una piattaforma di idee e proposte per il rilancio delle filiere dell'edilizia, in una fase difficilissima per il settore. Un risultato al quale hanno contribuito le manifestazioni collegate, da Saie sport a Saie 3 per arrivare a Expotunnel (tecnologie per il sottosuolo e grandi opere), H20 e Ambiente lavoro.

Con uno sguardo sempre più rivolto ai mercati oltreconfine, il salone ha accolto anche quasi mille incontri b2b tra imprese italiane e delegazioni straniere provenienti da 21 Paesi. Numeri ai quali vanno aggiunti quelli relativi ai seminari di formazione rivolti ai professionisti del settore: circa 9mila partecipanti. Dall'estero, e in particolare da Francia, Germania, Paesi Baltici, Russia Brasile e Spagna, Turchia e Israele, i visitatori esteri (in tutto i Paesi rappresentati sono stati una novantina) hanno preso contatto con le imprese di una filiera nella quale svettano big come Italcementi, Saint Gobain, Rubner, Velux, Colacem, Mapei, Acca Software.

Una galassia di oltre 1.400 espositori che hanno occupato oltre 102.000 metri quadrati e dove hanno trovato spazio convegni ai quali hanno partecipato quasi 2.600 tra docenti e relatori “Risultati che possono farci sperare per il futuro”, commenta il presidente di BolognaFiere Duccio Campagnoli. “Li dedichiamo innanzitutto – prosegue - ai lavoratori e le lavoratrici dell'edilizia, che impegnano ogni giorno nei cantieri la loro fatica, il loro sacrificio e il loro coraggio, e a quelli che hanno il diritto di sperare che un lavoro torni ad esserci”.

Già individuato il tema della prossima edizione. Nel 2015 il salone sarà centrato sulla casa –e sull'edilizia – “intelligente”, tra qualificazione energetica, sicurezza antisismica, domotica, con un focus sull'innovazione impiantistica in collaborazione con Senaf e il Sie, Sistema impianti edifici. Lente di ingrandimento sulle case del futuro, all'insegna dell'innovazione tecnologica e di una nuova cultura dell'abitare.

Commenta la notizia

Ultimi di sezione

Shopping24

Dai nostri archivi