Economia

Il gruppo Toksöz pronto a espandersi in Italia

  • Abbonati
  • Accedi
acquisizioni

Il gruppo Toksöz pronto a espandersi in Italia

«Vogliamo portare Pernigotti nel mondo a competere in dieci anni con i grandi player mondiali del cioccolato. Siamo soddisfatti dell’acquisizione di Pernigotti e siamo pronti a cogliere nuove opportunità di sviluppo nel settore dell’alimentare in Italia, in particolare nelle marmellate, nei gelati e patatine, dopo aver consolidato e coordinato tra loro le varie acquisizioni operate all’estero negli ultimi tempi dal nostro gruppo».

Così Ahmet Toksoz – che insieme al fratello Zafer è proprietario dell’omonimo gruppo turco che conta 3.800 dipendenti e ha acquisito l’azienda italiana nel 2013 – ha dichiarato ieri al Sole 24 Ore a margine di una delle sue frequenti visite a Milano.

La multinazionale turca Toksöz è una holding famigliare, in origine farmaceutica e in espansione nel settore alimentare, che opera anche nel settore delle energie rinnovabili e della produzione enologica con alcuni vigneti di qualità situati al confine tra la Turchia, la Grecia e la Bulgaria.

Un gruppo giovane e dinamico ed in forte espansione conosciuto in Turchia con la società Sagra e i marchi Sarelle, Tadelle e Lerafresca. In Italia sono diventati noti al grande pubblico quando hanno acquisito la Pernigotti con lo stabilimento di Novi Ligure e ne hanno cambiato la formula e aumentato la distribuzione nei negozi in Italia e nel mondo.

«Abbiamo rilanciato il marchio Pernigotti - spiega - perché crediamo abbia le potenzialità di competere con le grandi multinazionali del settore, dopo averne riformulato la produzione dell’azienda, che oggi lavora da gennaio a dicembre, e ampliato il portafoglio dei prodotti offerti ai clienti. In particolare, lo abbiamo lanciato in Turchia, Taiwan, Indonesia, Corea del Sud e anche Stati Uniti, posizionandolo nella fascia alta del mercato del cioccolato». Una scommessa importante ma che sembra avviata nella giusta direzione puntando soprattutto «sul marchio di qualità e il gusto italiano» del prodotto offerto ai consumatori.

Due sono i prodotti di base di Pernigotti, una azienda che ha 150 anni di storia alle spalle: cioccolato (tra cui il famoso gianduiotto) e i preparati per gelati, «ma vogliamo restare dei produttori e dei fornitori di materie prime, non ci sono progetti di espanderci nel retail», spiega Toksoz.

A dicembre del 2013 il gruppo iberico Pascual ha venduto la sua marca e lo stabilimento di produzione di succhi di frutta Zumosol, per circa 40 milioni di euro, proprio alla multinazionale turca Toksöz che così ha allargato la sua sfera di attività più a occidente rispetto al quartier generale di Istanbul, ma sempre nel bacino del Mediterraneo. «Abbiamo puntato la nostra sfera di espansione nel Mediterraneo per ragioni di affinità culturale. Ora vogliamo portare i succhi di frutta Zumosol dalla Spagna all’Italia», creando così delle sinergie tra le varie aziende del gruppo che si va sempre più diversificando.

Tutto bene, dunque, nell’esperienza italiana? Naturalmente non poteva mancare l’accenno a qualche problema incontrato dal gruppo riguardo ai tempi della burocrazia («A volte come businessman si auspicano dei tempi più rapidi»), ma è una critica fatta con toni molto soft senza esagerare anche perché questa è una considerazione valida, spesso, a ogni latitudine.

© Riproduzione riservata