Economia

Pirelli lancia il welfare «green»

  • Abbonati
  • Accedi
lavoro

Pirelli lancia il welfare «green»

Fotogramma
Fotogramma

Parcheggi coperti e docce per chi arriva a lavoro in bici, estensione della convenzione per l’acquisto degli abbonamenti per il trasporto urbano ai familiari dei dipendenti, conciergerie con cibi a chilometro zero e un ambulatorio medico con addirittura 12 specialisti che lavora sulla prevenzione.

Il welfare aziendale di Pirelli diventa ancora più “green”. Nello stabilimento di Milano Bicocca della multinazionale degli pneumatici, dove si contano 1.800 addetti, debuttano in questi giorni una serie di misure che guardano con convinzione in direzione dello sviluppo sostenibile. L’offerta resta articolata in quattro segmenti: mobilità, servizi alla persona, benessere e salute, sostegno alla famiglia. Il “bouquet” proposto ai dipendenti ha un carattere fortemente innovativo. Partiamo dalla mobilità. «Tra i dipendenti – spiega Donatella De Vita, global head learning, engagement and welfare di Pirelli – cresce l’attenzione verso i mezzi di trasporto alternativi all’auto».

Il progetto BikeMi ha raggiunto, tra le altre cose, anche la zona di Bicocca e Pirelli, a quanto pare, non resterà a guardare: si va verso la possibilità di usufruire di un parcheggio coperto, con annessi spogliatoio e docce, per chi viene a lavoro con la propria bicicletta. L’anticipo dell’acquisto degli abbonamenti ai mezzi del trasporto pubblico urbano, da tempo offerto come servizio ai lavoratori, viene ora esteso ai familiari. Sul versante dei servizi alla persona, l’azienda da tempo ha aperto una conciergerie che offre ai dipendenti i servizi di lavanderia, calzoleria e recapito dei pacchi postali a seguito dei propri ordini sul web. «Il prossimo passo – prosegue la De Vita – è quello di offrire la possibilità di farsi recapitare cibi biologici a chilometro zero, ordinati su internet». Si investe molto su benessere e salute dei lavoratori. «L’ambulatorio aziendale – racconta la manager – conta 12 specialisti, dall’allergologo all’urologo, che offrono prestazioni gratuite ai dipendenti.

Ogni anno lanciamo poi campagne di sensibilizzazione e prevenzione sulla salute». In 400 hanno per esempio partecipato alla campagna contro i disturbi alla tiroide. Gratuiti anche controlli pressori ed esami ematici, mentre a prezzi contenuti ai dipendenti viene offerta la possibilità di seguire corsi di pilates, yoga e stretching. In ultimo il tema del sostegno alla famiglia: «Pirelli – conclude la De Vita – offre ogni anno 160 borse di studio e aderisce ai programmi di Intercultura con diverse borse di studio sponsorizzate ad annualità».

© Riproduzione riservata