Economia

Il Brunello di Montalcino brinda a un’annata da «cinque stelle»

  • Abbonati
  • Accedi
agroalimentare

Il Brunello di Montalcino brinda a un’annata da «cinque stelle»

Le vittorie più belle sono quelle più sudate e fino all’ultimo incerte. Per questo risulta tanto più gradita la valutazione di 5 stelle assegnata da una giuria indipendente di esperti alla vendemmia 2016 di Brunello di Montalcino. Non è stata, infatti, una vendemmia facile, quella dello scorso anno, come ammette lo stesso Consorzio del Brunello: «Il 2016 ha messo a dura prova i produttori, a causa di una stagione molto irregolare», si legge in una nota.

L’assegnazione delle cinque stelle arriva proprio nei giorni in cui a Montalcino (Siena) si tiene la 25esima edizione di «Benvenuto Brunello», con i festeggiamenti per celebrare i 50 anni del Consorzio, e conferma il risultato della vendemmia 2015, a cui furono assegnate sempre 5 stelle.

«Siamo soddisfatti del risultato ottenuto e lo dobbiamo senza dubbio al saper fare dei nostri produttori», ha commentato il presidente del Consorzio Patrizio Cencioni, che ha aggiunto: «dopo una primavera piovosa, l’autunno è stato caratterizzato da molto caldo di giorno e fresco di notte, un’escursione che ha reso le uve particolarmente ricche di acidità, colore e profumi». A firmare la piastrella celebrativa della vendemmia 2016 è stata la Guida Rossa Michelin.

Per quanto riguarda la produzione di Brunello, per quest’anno si registra 2016 un calo del 4,7%, dovuto a «una minore produzione di uva nel 2011 – spiega in una nota il Consorzio –. Le bottiglie prodotte nel 2016 sono state 13,9 milioni, per un giro di affari di 170 milioni di euro». Risulta invece stabile il dato relativo all’export, che rappresenta il 70% delle produzione totale: Stati Uniti, con il 30% delle esportazioni, seguiti da Europa (con il 20%) e mercati asiatici (15%) sono le destinazioni principali.

Proseguono intanto i festeggiamenti per i 50 anni del Consorzio del Vino
Brunello di Montalcino che, nel 1967, ricevette la denominazione Doc. Tra le novità di quest’anno è l’apertura del festival anche ai privati: domenica 19 e
lunedì 20 febbraio i visitatori potranno accedere alla manifestazione acquistando il biglietto d’ingresso sul sito www.consorziobrunellodimontalcino.it. Tra le iniziative, la presentazione dell’annata 2012 del Brunello, giudicata ottima, anch’essa a 5 stelle, dalla giuria di esperti che ha confermato il voto anche nel 2015 e 2016. Presentate anche la Riserva 2011 e l’annata 2015 del Rosso di Montalcino.

© Riproduzione riservata