Economia

Web marketing, la corsa di video ads e della pubblicità su smartphone

  • Abbonati
  • Accedi
economia 4.0

Web marketing, la corsa di video ads e della pubblicità su smartphone

Oltre 110 miliardi di ricavi previsti per le imprese con la rivoluzione 4.0. I numeri arrivano dalla quinta edizione del Web marketing festival, in corso di svolgimento in questi giorni al Palacongressi di Rimini. Una kermesse che fa il punto sull’innovazione digitale con oltre 6mila operatori del settore e che rappresenta, dice il chairman del festival, Cosmano Lombardo, «una vera e propria agorà del digitale che tocca tutti i mondi ad essa connessi». Si va così dall’industria 4.0 al non profit per arrivare a start up e sicurezza di Internet. Temi centrali per ridurre la distanza che ancora separa l’Italia dal resto dell’Europa sul fronte.

Nel campo della pubblicità adesso a fare la parte del leone, come rileva l’analisi dell’Osservatorio Internet media del Politecnico di Milano, è il video advertising, che traina la crescita del comparto online.

«Nel 2016 – spiega il direttore dell'Osservatorio, Andrea Lamperti – ha infatti superato ampiamente i 500 milioni di euro e quest’anno potrebbe rappresentare oltre un quarto del totale Internet adv». In decisa crescita anche la pubblicità su smartphone che raccoglie circa un terzo del mercato pubblicitario e che dispone di ulteriori ampi spazi di manovra, dal momento che, prosegue Lamperti, «il tempo speso su questi dispositivi è di circa il 65% del tempo trascorso online: c’è quindi ancora molto potenziale». La corsa alla digitalizzazione è fondamentale per lo sviluppo del mercato italiano e delle piccole e medie imprese che vi operano.

Sono Ivan Mazzoleni – esperto di innovazione e head business digital transformation di Microsoft Italia – e Marco Gay, vicepresidente esecutivo dell’incubatore di start up digitali Digital Magics, a fare il punto sullo scenario futuro. Si stima in quattro punti l’aumento del Pil legato all’economia digitale, in 330 miliardi di euro il valore della sharing economy nel 2030. Anche in questo caso numeri che dimostrano l'importanza della trasformazione digitale per l’economia del Paese.

Per quanto riguarda le giovani imprese, quest’anno sono sei le idee di business, tra oltre trecento progetti, che si guadagnano il diritto di salire sul palco del festival, nell’ambito della Startup Competition. Sarà una giuria di esperti – rappresentati di Amazon, Aruba Cloud, LVenture Group e Microsoft – insieme al voto del pubblico a decretare il vincitore della competizione.

© Riproduzione riservata