Economia

A Bologna la fabbrica-scuola di lean production diventa digitale

  • Abbonati
  • Accedi
CONSULENZA

A Bologna la fabbrica-scuola di lean production diventa digitale

Tablet in ogni postazione in linea di montaggio, sistemi poka-yoke intelligenti e sensori per tracciare tempi e quantità dei pezzi prodotti: sono le tecnologie abilitanti installate in una fabbrica molto particolare, l’impresa-palestra a Crespellano (Bologna) di lean production e lean management di Bonfiglioli Consulting, società di consulenza pioniere in Italia della filosofia “snella”. Che ora, grazie a 140mila euro di investimenti in soluzioni digitali, offre alle imprese clienti la possibilità di sperimentare operativamente (l’80% del tempo è dedicato alla pratica, solo il 20% alla teoria) come si lavora seguendo la pratica “zero errori” in processi 4.0.

Nella “Lean factory School” di Bonfiglioli Consulting (headquarter a Bologna, sedi a Padova, Milano, Nuova Delhi, Hanoi, Ho Chi Min, Bangalore e Belo Horizonte) , patrocinata da Unindustria Bologna, i partecipanti armati di cacciaviti, trapani e tablet, e supportati da indicatori digitali, potranno quindi mettersi alla prova nella risoluzione di problemi reali, testando le potenzialità della Lean e della Digital transformation. «Il nostro obiettivo – racconta Michele Bonfiglioli, ad di Bonfiglioli Consulting – è quello di proporsi come punto di riferimento di una formazione che sappia confrontarsi con le esigenze sempre nuove delle aziende proponendo approcci e strumenti all’avanguardia, integrando e promuovendo la cultura d’impresa».

Grazie all’investimento tutte le operazioni dentro la fabbrica in miniatura sono monitorate, incluso il tracking dei prodotti, verificando l’andamento della produzione giornaliera digitalmente. In corrispondenza della linea poi, un tabellone digitale mostra il “takt time” (il tasso di consegna del prodotto al cliente) e il numero dei prodotti buoni al primo colpo. Il tutto viene poi trasferito in tempo reale nell’area di esecuzione dei Flash meeting dove su un monitor touchscreen sono raccolti ed elaborati tutti i dati, pronti per le riunioni giornaliere di analisi e di miglioramento. Nei percorsi della Lean factory school i software di Industry 4.0 sono supportati da Digibelt, una piattaforma di applicazioni personalizzate studiate per digitalizzare l’industria manifatturiera.

© Riproduzione riservata