Economia

La moka entra nelle case cinesi, accordo tra Bialetti ed Alibaba

  • Abbonati
  • Accedi
e-commerce

La moka entra nelle case cinesi, accordo tra Bialetti ed Alibaba

È uno dei marchi più riconoscibili del made in Italy, oggetto della routine quotidiana per antonomasia. Da oggi la moka Bialetti potrà entrare anche nelle case cinesi. Bialetti industrie ha infatti perfezionato l’accordo con il gigante asiatico dell’e-commerce per la commercializzazione online della propria gamma di caffettiere e houseware su Tmall Global, il canale che raggiunge oggi 488 milioni di utenti attivi su Alibaba, realtà che oggi controlla circa il 60% delle vendite online di houseware in Cina.

In questa prima fase l’accordo sarà operativo su una selezione di referenze rappresentative del mondo caffè Bialetti, tra cui spicca l’iconica caffettiera Moka Express. In quest’ottica l’azienda proporrà sul mercato anche una selezione di caffè macinato per la preparazione della bevanda. L’intesa raggiunta con Alibaba non è l’unica direttrice in cui si sta muovendo Bialetti allo scopo di penetrare nel mercato cinese.

Oltre alla presenza su Tmall Global (che dal 2014 permette di vendere online in Cina anche alle aziende senza legal identity cinese e senza una presenza fisica nel Paese), Bialetti potrà contare su un proprio account ufficiale su WeChat, piattaforma di instant messaging cinese in costante crescita che attualmente vanta una base quotidiana di 938 milioni di utenti attivi (+23% rispetto al 2016).

Inoltre, per rafforzare ulteriormente la capillare copertura del territorio, Bialetti avrà un profilo dedicato anche sul social network Weibo, uno dei siti più frequentati dagli utenti internet cinesi. Weibo conta oltre 300 milioni di abbonati e 100 milioni di utenti giornalieri, con oltre 100 milioni di messaggi postati ogni giorno.

«La possibilità di penetrare il mercato cinese rappresenta oggi un’opportunità concreta che vogliamo cogliere nel migliore dei modi e avendo a nostro fianco i partner migliori – dichiara in una nota Roberto Ranzoni, International Sales Director di Bialetti Industrie –. Siamo consapevoli di poter contare sull’appeal di un marchio e di prodotti che trasmettono in tutto il mondo la creatività, lo stile e il calore della cultura italiana della convivialità e vogliamo che anche i consumatori cinesi possano conoscere apprezzare da vicino la nostra italianità sul tema caffè».

L’annuncio ha avuto un impatto sull’andamento del titolo che è stato scambiato intorno a 0,661 euro, con un balzo del 5,59%. Forti i volumi che a metà seduta hanno superato 1,8 milioni.

© Riproduzione riservata