Economia

La Ue approva l’etichetta di origine e mette a rischio le norme italiane

  • Abbonati
  • Accedi
ALIMENTARE

La Ue approva l’etichetta di origine e mette a rischio le norme italiane

L’origine dell’ingrediente principale degli alimenti – come il grano per la pasta o il latte per i prodotti derivati – dovrà essere indicata sull’etichetta della confezione. Lo hanno stabilito, ieri, i Paesi membri della Ue – inclusa l’Italia (mentre Germania e Lussemburgo si sono astenuti) – che hanno approvato, a larga maggioranza, il regolamento esecutivo che si applicherà da aprile 2020.

Hai raggiunto il limite di articoli in libera lettura questo mese

Registrati

per continuare a leggere e non perdere gli articoli più interessanti selezionati per te.

Già registrato?
Accedi