Economia

Ferrovia Corato-Andria: via libera al raddoppio. I dettagli

  • Abbonati
  • Accedi
puglia

Ferrovia Corato-Andria: via libera al raddoppio. I dettagli

(Ansa)
(Ansa)

A meno di due mesi dal secondo anniversario dello scontro tra i due treni che il 12 luglio 2016 provocò la morte di 23 persone e il ferimento di altre 51, fa un passo avanti il raddoppio del tratto ferroviario Corato-Andria, lungo quasi 10 chilometri con lavori per 26,3 milioni di euro.
Il Comune di Corato ha infatti rilasciato il permesso di costruire, permesso che già in aprile era stato rilasciato anche dal Municipio di Andria.
Si rendono così disponibili tutte le aree di cantiere necessarie per realizzare il raddoppio dei binari.

La linea a doppio binario così si allunga a 78 chilometri sugli 84 chilometri complessivi della linea Bari-Barletta in concessione a Ferrotramviaria Spa.

Se fosse già stato completato due anni fa, e al netto dell’errore umano e dell’assenza del sistema di segnalamento automatico chiamato Scmt (sistema di controllo marcia treno) che ora verrà attivato, il raddoppio della linea avrebbe evitato la strage (la procura di Trani ha chiesto che 18 persone vengano rinviate a giudizio con diverse imputazioni).

I lavori di questo raddoppio sono stati aggiudicati nella primavera 2017 e in aprile Ferrotramviaria aveva firmato il contratto di affidamento alla Cemes di Pisa.
Poi nelle settimane scorse i primi lavori per alcune opere civili che sono particolarmete impegnative nel territorio di Corato comprendendo, tra l'altro, la realizzazione di due sottopassi e un sovrappasso necessari a chiudere un gruppo di passaggi a livello, 9 dei 10 oggi esistenti.
Questo consentirà più sicurezza e più efficienza del servizio complessivo perché, a lavori ultimati, i passeggeri di Andria e Corato potranno tornare a usufruire del treno per il collegamento con Bari, oggi assicurato tra mille proteste da autobus sostitutivi.

I lavori dovranno concludersi in 450 giorni, dunque in ritardo sulla tabella di marcia che, a maggio 2017, i tecnici di Ferrotramviaria Engineering ( Spa dedicata alla progettazione di infrastrutture e direzione lavori) avevano previsto per la fine del 2018.

Il raddoppio Corato-Andria Sud è un’altra tappa di quel Grande Progetto da 180 milioni di euro destinato a potenziare la linea Bari-Barletta e voluto dall’assessorato regionale ai Trasporti a partire dal giugno del 2006 e candidato ai fondi Fesr Puglia 2007-2013 e poi 2014-2020.

Restano ancora da realizzare l’interramento del tracciato nell’abitato di Andria, per 3,69 chilometri, la costruzione della nuova stazione Andria Nord entro il 2020-2021 e infine la connessione con la linea Rfi a Barletta.

© Riproduzione riservata