Economia

Dossier Il mix perfetto? Patate crude e ortiche

  • Abbonati
  • Accedi
Dossier | N. 84 articoliIn bici sulle dighe

Il mix perfetto? Patate crude e ortiche

Rochemolles è un paesino con un pugno di abitanti ma ha un piatto tutto suo: le “cabiettes”, in realtà una ricetta tipica dell’Alta Val di Susa. Si tratta di gnocchetti alle ortiche conditi con formaggio autoctono (toma) e cipolle. Nota bene: le patate vengono impastate crude e poi cuociono insieme ai gnocchi. E’ un piatto antico, della tradizione contadina (in cui si usano appunto gli ingredienti reperibili facilmente in loco), che al posto delle ortiche può anche vedere l’uso di spinaci o bietole.

Ingredienti per 6 persone: 1 kg di patate, sale, 200 grammi di ortiche, 4 cipolle, 90 grammi di pane grattuggiato, 80 grammi di burro, 100 grammi di toma piemontese, due uova.

Preparazione: L’impasto per gli gnocchi si crea con le ortiche (sbollentate, strizzate e tritate accuratamente), con le patate grattuggiate, la toma tritata, un uovo intero e un tuorlo, la farina di segale e un po’ di sale. Una volta ottenuto un composto solido lo si fa riposare per un’oretta. Intanto si prepara il sugo di cipolle, tagliandole sottilissime facendole soffriggere a fuoco lento con metà del burro per circa un quarto d’ora. 

Gli gnocchi veri e propri si preparano lavorando l’impasto con le mani e creando dei lunghi bastoncini da tagliare poi a pezzetti e buttare in acqua salata per cuocerli: una volta a galla vanno scolati e messi in una teglia imburrata. Qui inizia l’ultima parte della ricetta: si alternano strati di gnocchi con sugo di cipolle (fino a esaurimento) per poi creare una copertura finale con il burro rimanente e il pane grattuggiato. Si inforna a 180 gradi per una ventina di minuti e il gioco è fatto.

La prelibatezza: per gli amanti dei dolci la Val di Susa offre svariate opportunità. A partire dai Canestrelli di Vaie con il loro profumo agrumato e da quelli di San Giorio a base di cacao e vino rosso, cotti ancora fuoco vivo su piastre dai decori particolari. Un procedimento simile viene seguito a Bardonecchia e Rochemolles per i gofri, deliziose cialde nelle varianti dolci e salate.

© Riproduzione riservata