Economia

Dossier Sci e trekking per tutti i gusti

  • Abbonati
  • Accedi
Dossier | N. 84 articoliIn bici sulle dighe

Sci e trekking per tutti i gusti

Lo spot di Bardonecchia è “365 giorni all’insegna dello sport” e guardando le opportunità offerte è perfettamente azzeccato. D’inverno ci si può sbizzarrire: sci di fondo e alpino (100 km di piste e 23 impianti di risalita), passeggiate con le ciaspole e snowboard. A soli 5 minuti dal centro, grazie a una navetta gratuita si può raggiungere il comprensorio dello Jafferau che raggiunge la punta massima di 2800 metri d’altezza e permette di sciare prevalentemente fuori bosco, in ambiente d’alta quota, con una vista ineguagliabile sulle montagne circostanti e infinite possibilità di itinerari fuori pista primaverili.

D’estate, oltre alla bici da corsa e alla mountain bike, per fare trekking o semplici escursioni non c’è che l’imbarazzo della scelta. Ce n’è per tutti i gusti:  sentieri, mulattiere e strade militari dai fondovalle alle cime delle montagne, dai 1.300 ai 3.500 metri di quota. L’ampia varietà si adatta alle esigenze di tutti gli appassionati. Lungo itinerari assolati e passeggiate tra i boschi di abete e larice si possono raggiungere le cime più note di Bardonecchia e dell’Alta Val di Susa: la Guglia Rossa, la Val Fredda, le Tre Croci, il ghiacciaio del Sommeiller, il monte Tabor e la cime del Pierre Menue con possibilità di sosta nei rifugi alpini o presso i numerosi alpeggi in quota.

Per gli appassionati di storia, invece, da non perdere è il Forte Bramafam, fortificazione eretta alla fine dell’Ottocento a difesa di Bardonecchia (e soprattutto della linea ferroviaria Torino-Modane e del traforo ferroviario del Frejus): per estensione ed armamento può essere considerata la più grande opera fortificata di fine Ottocento delle Alpi Cozie. Oggi il Forte è un museo sede di mostre e manifestazioni.

Infine una piccola curiosità: la Diga di Rochemolles ospita il Mondiale di tuffi da grande altezze: gli atleti si lanciano da una altezza che varia tra i 22 e i 27 metri e l’acqua sottostante deve avere una profondità minima tra i 4 e i 5 metri. Ma questa è una disciplina solo per professionisti.

© Riproduzione riservata