Economia

Libri, tempo di booktuber: ecco gli influencer che «spostano»…

  • Abbonati
  • Accedi
marketing

Libri, tempo di booktuber: ecco gli influencer che «spostano» i lettori

La tendenza è comune a tutti i settori ed è netta: gli influencer abitano su Instagram ma non mancano interessanti eccezioni, come per esempio nel caso del mercato dei libri dove si consolida il fenomeno dei «booktubers», termine che identifica un ramo ben specifico di vlogger (o video-blogger) attivi proprio nel campo dell’editoria. Ed è proprio una «booktuber», la blogger siciliana Ilenia Zodiaco, secondo l’Osservatorio di Alkemy realizzato per Il Sole 24 Ore, il personaggio più influente sui social in relazione al mercato dei libri.

«La dinamica di pubblicazione delle recensioni video dei libri - spiega Matteo Menin (Vp communication di Alkemy) è interessante perché ogni video è accompagnato dai cosiddetti “link di affiliazione” che permettono all’e-commerce di remunerare il traffico portato al sito dal blogger». La Zodiaco, infatti, riporta in modo sistematico i link di affiliazione che permettono di acquistare su Amazon e IBS i libri recensiti nei video.

LA CLASSIFICA
Influencer lettura. Gennaio-luglio 2018

I contatti con Amazon vanno oltre il sistema dell’affiliazione: ad esempio, nel mese di giugno Audible, la piattaforma di audiolibri del gigante dell’e-commerce, ha coinvolto alcuni booktuber alla presentazione di un nuovo audiolibro (Il Quidditch attraverso i secoli di J.K. Rowling); la Zodiaco ha dato spazio all'evento sia con un video dedicato che con un post su Instagram.

Allo stesso modo, anche IBS ha sfruttato la visibilità della blogger ospitandola al suo stand del Salone del Libro (numerosi i suoi contenuti Instagram con riferimento al brand) e non mancano alcuni inevitabili citazioni delle case editrici, come Adelphi o Einaudi. «I contenuti della Zodiaco su Instagram - aggiunge Menin - risultano genuini e alternano momenti di vita privata a consigli per la lettura, e non mancano saltuari riferimenti a prodotti apparentemente fuori contesto, in realtà sapientemente inseriti all’interno di un flusso di contenuti sempre armonico». È il caso di una foto di un bouquet del fioraio online Colvin, con tanto di codice sconto dedicato ai follower, o di un’insegna della ristorazione milanese.

Ma non c’è solo la Zodiaco. In seconda posizione nella speciale classifica di Alkemy, troviamo Giuseppe Quattrocchi, in arte Gatsby Books, attivo su Facebook ma soprattutto Instagrammer di successo: seguito da quasi 36mila follower, ogni suo post sul social fotografico riceve in media oltre 3mila interazioni. Gatsby Books pubblica un post alla settimana, ognuno dei quali è una rappresentazione estremamente curata della copertina di un libro, contestualizzata in un ambiente che rimanda proprio al contenuto del libro stesso. Ad accompagnare l'immagine, la trama, un estratto o una breve recensione, anche se la qualità delle immagini è la vera arma vincente, l’elemento che attira l’attenzione sul contenuto. «Il feed dei contenuti di Gatsby Books - aggiunge Menin - è totalmente armonico, tutti i contenuti seguono la medesima linea editoriale, e anche quando l'influencer concede spazio ad una sponsorizzazione lo fa con una modalità pienamente coerente con il canale. È il caso della pubblicità offerta alla promozione estiva di Giunti Editore e Bompiani, trattata con la stessa cura e lo stesso approccio degli altri post del canale, e infatti con la generazione di un numero di interazioni solo leggermente inferiore alla media. Una curiosità: è stata probabilmente proprio la cura nelle immagini postate sui social a portare Quattrocchi a firmare la sua prima copertina fisica, per un libro edito da Casa Editrice Nord, evento celebrato ovviamente da Gatsby Books con un post su Instagram.

In terza posizione la giovanissima Julie Demar che, pur definendosi in prima persona una booktuber, si discosta nei fatti con facilità dal mondo della lettura sconfinando nel campo del fashion. È così che sul suo canale YouTube, con approccio spontaneo e molto giovanile, si alternano consigli per la lettura (con link di affiliazione Amazon) a recensioni di vestiti ( Shein), gioielli (My Jolie Candle) e altri. La Demar è la top performer del panel su YouTube. Merita una citazione anche Stefania Soma, alias Petunia Ollister, in quarta posizione, che introducendo un vero e proprio format, #bookbreakfast, è riuscita a valorizzare il suo interesse per la lettura attirando l’attenzione, oltre che di alcuni marchi nel mondo dell’editoria, anche di numerosi brand del food, che sfruttano la visibilità di Petunia e la qualità dei suoi contenuti social per posizionare i propri prodotti (gli esempi più recenti includono tra gli altri Tre Marie, Loacker, Campari, Lavazza), con sconfinamenti in altri settori, come l’automotive o la moda.

Con oltre 44mila follower, il profilo emergente dell’estate, che si è distinto per la maggiore crescita, è quello di Andrea Kate Ferrario, alias Andykate, poco battuto da sponsorizzazioni, anche se attivo da alcuni anni: un ulteriore esempio di commistione tra passione per la lettura e lifestyle, favorito in questo caso da un tocco di cosmopolitismo.

© Riproduzione riservata