Economia

Fondazioni d’impresa risorsa per i territori. Quante sono, dove…

  • Abbonati
  • Accedi
al via l’indagine

Fondazioni d’impresa risorsa per i territori. Quante sono, dove sono e cosa fanno

Fotogramma
Fotogramma

Nel 2009 erano 131, il 2,8% del totale delle fondazioni, tra quelle bancarie, private e di comunità, ed erano concentrate soprattutto nel Nord del Paese. Da allora molto è cambiato: le fondazioni di impresa sono cresciute sia come numero sia per la capacità di contribuire al benessere dei territori in cui operano.

A distanza di quasi dieci anni dall’ultima rilevazione arriva ora una nuova ricerca. Per mapparle su tutto il territorio italiano. E per misurarne il potenziale di innovazione e il ruolo che hanno saputo ritagliarsi nel quadro dei cambiamenti economici e sociali.

A promuovere l’indagine, appena avviata dal laboratorio di ricerca Percorsi di secondo welfare (nato da una partnership tra l’Università di Milano, il Centro Einaudi di Torino e il Corriere della Sera), sono la Fondazione Bracco e la Fondazione Sodalitas. La prima, istituita dall’omonimo gruppo farmaceutico, sostiene la valorizzazione del patrimonio culturale, storico e artistico, della sensibilità ambientale, la ricerca scientifica e la tutela della salute. Fondazione Sodalitas, nata nel 1995 su iniziativa di Assolombarda, con un centinaio di aziende aderenti promuove invece la crescita della business community che scommette sullo sviluppo sostenibile. La rilevazione prevede una fase quantitativa e una qualitativa, con un questionario pensato per scattare una fotografia che metta in evidenza il tipo di governance, i rapporti con l’impresa fondatrice, i settori di intervento e le modalità operative, oltre alle strategie di sviluppo. L’approfondimento qualitativo punta a far emergere innovazione e obiettivi dell’investimento in cultura e arte, istruzione e ricerca, nell’integrazione del welfare e nel rafforzamento della coesione e inclusione sociale.

Mettendo a fuoco non solo le grandi fondazioni d’impresa (dalla stessa Fondazione Bracco a Eni Foundation per arrivare a Fondazione Pirelli e Fondazione Roche) ma anche le piccole realtà che si stanno facendo strada nella promozione di azioni contro le fragilità sociali, dalla disoccupazione alla povertà, e per la crescita delle comunità in cui sono inserite. I risultati quantitativi saranno presentati alla fine dell’anno mentre l’integrazione qualitativa sarà disponibile nella primavera del 2019.

© Riproduzione riservata