Economia

Brebemi lancia l’autostrada elettrica in Italia, con Siemens e Scania

  • Abbonati
  • Accedi
trasporti intelligenti

Brebemi lancia l’autostrada elettrica in Italia, con Siemens e Scania

In Europa la stanno già sperimentando la Svezia e la Germania, negli Stati Uniti ci ha pensato la California. Adesso anche l'Italia potrebbe avere la sua prima autostrada elettrificata, per un trasporto delle merci su gomma a impatto zero.

A candidarsi per dare il via a questa rivoluzione potrebbe essere l'A35 Brebemi, che collega Brescia con Milano, grazie a un progetto che vede schierati Cal (Concessioni autostradali lombarde), Siemens (il colosso tedesco dell'elettrificazione), Scania (il gruppo svedese che produce veicoli industriali) e i ministeri dei Trasporti e dell'Ambiente.

GUARDA IL VIDEO: Come potrebbe essere la Brebemi elettrificata

Il progetto prevede una prima fase di studio pilota. Una fase in cui l'elettrificazione avrà una estensione massima utile per mettere a regime e tarare il sistema nel tratto compreso tra Calcio e Romano di Lombardia, in provincia di Bergamo, per una lunghezza complessiva di circa 6 chilometri. Solo in una seconda fase, una volta verificata l'efficacia, l'efficienza e la sostenibilità economica dell'operazione, sarà possibile procedere all'elettrificazione dell'intera autostrada, attraverso l’impiego di pannelli fotovoltaici.

Il progetto è stato presentato a Brescia al convegno “Il trasporto elettrico delle merci su strada”, organizzato nell'ambito di European Truck Festival. «È una rivoluzione copernicana nel trasporto merci su gomma che permette alla nostra autostrada di inserirsi in una economia circolare in cui anche l'energia elettrica verrà prodotta accanto alla A35, in un contesto che ci vede sempre più proiettati verso il futuro, sostenibili e sicuri», ha spiegato il presidente di A35 Brebemi, Francesco Bettoni.

Come potrebbe essere la A35 Brebemi elettrificata

L'autostrada lombarda si candida facendo leva sulle caratteristiche che la rendono una delle più moderne d'Europa. L'idea è quella di dotarla, in entrambe le direzioni, di una linea elettrica sospesa che consenta l'alimentazione degli autocarri Scania in circolazione dotati di catena cinematica ibrida con motore elettrico alimentato attraverso un pantografo: al di fuori della corsia autostradale il veicolo può circolare tramite motore elettrico, grazie alle batterie di cui dispone, o tramite il motore a combustione interna.

Il progetto prevede inoltre che i sistemi di distribuzione elettrica siano realizzati esternamente all'arteria autostradale, con la linea di contatto sopra la corsia di marcia a una altezza pari a 5,5 metri. Una sfida per Cal. «Per la prima volta in Italia – dice l'amministratore delegato del gruppo Gianantonio Arnoldi – realizziamo una sperimentazione che favorisce lo sviluppo di un sistema di trazione di mezzi pesanti a emissioni zero». Scania ha già al suo attivo in Svezia due chilometri di strada elettrica realizzati sulla E16 vicino alla città di Gavle. In Germania, tra il 2019 e il 2020, è prevista la costruzione di tre nuove autostrade elettrificate.

«Siamo pronti a collaborare con A35 Brebemi per dare vita alla prima autostrada elettrificata in Italia, un progetto estremamente rivoluzionario destinato a cambiare per sempre la concezione del trasporto su gomma» evidenzia Franco Fenoglio, presidente e amministratore delegato di Italscania. «Solo attraverso la cooperazione con partner strategici riusciremo ad accelerare il processo di cambiamento verso un sistema di trasporto sostenibile. Lo sviluppo della prima autostrada elettrificata in Italia, una delle prime in Europa, è un esempio di grande eccellenza sul fronte dell'innovazione».

© Riproduzione riservata