Economia

Da Cagliari a Scampia, le cabine elettriche d’artista

  • Abbonati
  • Accedi
un centinaio in tutta italia

Da Cagliari a Scampia, le cabine elettriche d’artista

Non solo energia elettrica. Ma anche arte. Con immagini del mare, paesaggi lunari o scenari futuristi. O ancora ritratti, prospettive e stati d’animo. Perché con graffiti e murales anche il grigio di un anonimo cubo di cemento al centro di una città o in una periferia dimenticata può trasformarsi in un’opera d’arte.

«Non solo utili ma anche belle» è uno degli slogan che accompagna le tante iniziative che si registrano da tempo in tutta Italia e che vede le cabine elettriche di E-Distribuzione (Enel) al centro di progetti artistici.

Come succede a Cagliari dove E-Distribuzione, società che gestisce le reti elettriche di media e bassa tensione, ha aderito all’iniziativa del Progetto Btbecome promosso dal Comune di Cagliari e finanziato nell’ambito dell’Avviso ReStart dell’Anci che prevede la realizzazione di laboratori creativi dedicati ai giovani tra i 18 e i 25 anni dell’area metropolitana.

Non è che l’ultimo tassello di un mosaico che, in tutto il territorio nazionale, conta circa un centinaio di cabine elettriche per la bassa tensione, indispensabili per la distribuzione dell’energia alle varie utenze, decorate con graffiti e murales. Opere che riqualificano strutture e spazi. Come a Ventotene dove le 13 infrastrutture elettriche di E-Distribuzione sono state messe a disposizione degli artisti del Blue Flow Festival organizzato da FluO Events.

Sempre nel 2018 a Taglio di Po l’artista Riccardo Buonafede in collaborazione con i ragazzi di terza media dell’Istituto Comprensivo statale Maestri ha ritratto, sui muri di due cabine Madre Teresa di Calcutta e Malala Yousafzai. Il lungo elenco di “interventi” spazia dal quartiere Scampia a Napoli (2017) con un’iniziativa Forum regionale dei giovani Campania e il Centro Alberto Hurtado Scampia, a Pozzuoli con il progetto “PerifericArt” dell’associazione DiversaMenteGiovani.

Non solo artisti locali: nel 2014 ad Arce la performance dell’artista lituano Ernest Zacharevic, iniziativa promossa, con il patrocinio del Comune, dall’Associazione 56K. Progetti che la rete di distribuzione sostiene da tempo mettendo a disposizione le strutture di chi ne faccia richiesta: comuni, associazioni o artisti. Il nuovo corso che lega l’energia all’arte di strada.

© Riproduzione riservata