Economia

Lavoro domenicale, ecco gli annunci delle agenzie per un posto nei giorni…

  • Abbonati
  • Accedi
occupazione

Lavoro domenicale, ecco gli annunci delle agenzie per un posto nei giorni festivi

Duemila posti di lavoro dal turismo alla sanità. Ad aprire le selezioni sono tre delle principali agenzie private attive in Italia: Articolo1, Orienta e Manpower. La particolarità? In tutti i casi si tratta di lavori da svolgere anche (a volte solo) di domenica. Un giorno in cui risultano all’opera abitualmente 3,4 milioni di italiani, di cui circa 300mila giovani con meno di 25 anni, come evidenziano le statistiche di Eurostat.

ManpowerGroup ha oltre mille posizioni aperte per contratti part-time: 300 di questi sono contratti weekend.

Nel dettaglio, i settori e le posizioni aperte per il part-time, settimanale, con turni anche su sabato e domenica, offrono sbocchi nel turismo, in hotel e ristoranti, nella logistica e nella sanità, senza contare le tante opportunità nella grande distribuzione (al centro dei riflettori in questi giorni per la proposta al vaglio del Governo di limitare le aperture domenicali dei negozi). Molte le figure professionali da selezionare: hostess di terra, addetti ai terminal, autisti, camerieri, receptionist, manutentori, magazzinieri e facchini. E ancora: addetti mensa, aiuto cuochi, commis di sala e di cucina, pizzaioli e lavapiatti. Per la grande distribuzione servono operatori pluri-servizi, addetti vendita, cassieri, addetti ai reparti (ortofrutta, gastronomia, pescheria), tecnologi alimentari per il controllo qualità sui prodotti ortofrutticoli, addetti ai corner (farmacisti e ottici). C’è posto anche per operatori socio-sanitari, addetti call center, operai turnisti, estetiste e vivaisti.

Alcuni settori richiedono personale esclusivamente per il weekend, in alcuni casi solo domenica. Si tratta di autisti per il settore del turismo e quello dei trasporti; operatori pluri-servizi, addetti vendita e cassieri per la grande distribuzione; addetti chioschi, camerieri, aiuto cuochi, steward e hostess, addetti biglietterie per gli stadi per il settore dello sport e dell’intrattenimento.

Anche l’agenzia Orienta segnala che la “formula weekend” è una modalità lavorativa trasversale a moltissimi settori.
Le figure più coinvolte - su 500 posizioni aperte - riguardano: operai, macchinisti, fuochisti, addetti alle vendite, elettricisti, addetti ai call center, addetti customer service, addetti alle pulizie, cuochi, camerieri, addetti banconi gastronomia, addetti alle casse, magazzinieri, turnisti, infermieri, assistenti socio-sanitari, receptionist, barman, giardinieri.

In Italia un posto su due a rischio robot. Boom di contratti «atipici»

«Dal nostro osservatorio che ci porta a contatto quotidiano con le aziende e i candidati - spiega Giuseppe Biazzo, amministratore delegato di Orienta - riscontriamo che esiste una generale disponibilità delle persone a lavorare anche la domenica soprattutto in quei settori in cui si dà per scontato il lavoro feriale. Ci sono, tuttavia, anche diversi candidati che invece rifiutano offerte di lavoro che prevedono il lavoro di domenicale, motivando il rifiuto per ragioni di tipo familiare o legate alla difficoltà di spostarsi».

Articolo1, infine, segnala alcune centinaia di annunci con richiesta di disponibilità a lavorare nel weekend. «Per il sabato e la domenica - spiega il direttore generale Gianni Scaperrotta -lavoriamo con aziende clienti che in quei giorni concentrano circa un terzo del proprio fatturato e anche con piccole imprese che hanno negozi all’interno dei centri commerciali». I più disponibili a lavorare la domenica, secondo Scaperrotta sono «i giovani studenti che in questo modo riescono a studiare durante la settimana e lavorare nei weekend». Ecco nel dettaglio le posizioni aperte: addetti sale multiplex nelle zone di Firenze, Perugia, Verona e Padova; steward per lo stadio a Roma; addetti alla caffetteria (Roma e Milano); camerieri di sala (Roma e Milano).

© Riproduzione riservata