Economia

Crowdfunding: in tre anni raccolti 1,2 milioni per allievi…

  • Abbonati
  • Accedi
giovani e cultura

Crowdfunding: in tre anni raccolti 1,2 milioni per allievi dell’Accademia della Scala

(Fotogramma)
(Fotogramma)

Non c’è due senza tre. E anche la terza edizione di Talenti on Stage – la raccolta fondi lanciata lo scorso aprile da Fondazione Tim e Accademia Teatro alla Scala di milano – ha raggiunto l’obiettivo, con 405mila euro raccolti sulla piattaforma di crowdfunding TIMsostiene, che hanno consentito l’erogazione di 160 borse di studio destinate ad altrettanti allievi dell’Accademia.

Una cifra leggermente inferiore a quella raggiunta lo scorso anno, ma in linea con quella del primo, tanto che, in tre anni, il progetto ha permesso di raccogliere 1,2 milioni di euro complessivi, a beneficio di 457 studenti under 30 tra gli oltre 1.200 che ogni anno frequentano i corsi della prestigiosa Accademia scaligera.

In particolare, Fondazione Tim ha contributo alla raccolta con una donazione di 200mila euro, a sistegno di una partnership più ampia che si pone l’obiettivo di promuovere e sostenere la cultura e la formazione d’eccellenza anche grazie all’utilizzo delle tecnologie digitali. Considerando precedenti edizioni, la Fondazione ha contribuito con donazioni per 600mila euro, attraverso il sistema di matching grant legato al raggiungimento di obiettivi prestabiliti.

La raccolta consente di favorire ragazzi da tutto il mondo che all’Accademia del piermarini studiano per diventare ballerini, cantanti, maestri accompagnatori, professori d'orchestra, esperti in special makeup, tecnici del suono e sarti.

Un nuovo progetto, sempre frutto della collaborazione tra Fondazione Tim e Accademia Teatro alla Scala è in cantiere per il prossimo anno, rivolto alla promozione e comunicazione di proposte formative dell’istituto.
«Con Talenti on Stage abbiamo voluto porre l'accento sull’importanza del sostegno alla cultura e alla formazione d’eccellenza – ha detto Fulvio Conti, presidente di Fondazione Tim –. Poter accedere a una borsa di studio rappresenta per molti giovani la possibilità concreta di realizzare il proprio sogno».

Anche Alexander Pereira, sovrintendente della Scala e presidente dell’Accademia, ha ribadito l’impegno suo e del Teatro nella formazione dei giovani nella promozione della cultura musicale. Un impegno che negli ultimi anni ha visto diverse iniziative a favore sia degli allievi dell’Accademia, sia del pubblico under 30 e dei bambini. «L’Accademia Teatro alla Scala è un’istituzione formativa unica al mondo – ha commentato Pereira –, non solo per il numero di allievi e la qualità degli insegnanti, ma anche per il legame stretto e quasi osmotico con l’attività del teatro». I migliori studenti hanno infatti l’opportunità di calcare il palcoscenico del Teatro alla Scala e realizzare ogni anno una produzione d’opera completa, sotto la guida di artisti affermati, oltre alle opere per bambini che, sottolinea il sovrintendente, «servono a formare il pubblico del futuro».

© Riproduzione riservata