Economia

World Energy Week in Italia, Paese tripla A (dove l’energia costa…

  • Abbonati
  • Accedi
la manifestazione

World Energy Week in Italia, Paese tripla A (dove l’energia costa cara)

Che il costo dell’energia in Italia è tra i più alti al mondo lo certifica anche il Consiglio Mondiale dell’Energia (World Energy Council) al quale aderiscono oltre 100 Paesi. Nel suo World Trilemma Index, che pure assegna all’Italia la tripla A per la sostenibilità energetica, l’indicatore relativo al prezzo (equity) ci vede molto indietro nella classifica (35esimo posto). ll report, che analizza le prestazioni dei vari Paesi su sicurezza, equità e sostenibilità energetica, sarà uno dei momenti più importanti della prossima World Energy Week che si svolgerà a Milano (Marriott Hotel) dall’8 all’11 ottobre.

L’appuntamento di Milano
Nel capoluogo lombardo arriveranno ministri, accademici e manager del settore con l’obiettivo di rendere l’industria energetica più sostenibile e inclusiva. Il più atteso è il ministro russo dell’energia Alexander Novak e su questo versante i comitati Wec di Italia e Russia hanno firmato a Mosca un protocollo d’intenti per collaborare. Ci saranno anche il ministro indiano Ajay Kumar Bhalla e i corrispettivi di Algeria, Ucraina, Marocco, Malta, il sottosegretario degli Emirati Arabi, Hamed Matar Al Neyadi. Non mancheranno all’appuntamento le prime linee delle aziende energetiche e non solo: gli ad di Snam, Eni, Terna, Acquirente Unico e Unicredit.

Il confronto sullo sviluppo sostenibile
«Quest’appuntamento – commenta Marco Margheri, presidente di Wec Italia – conferma come Milano dopo Expo 2015 sia ormai un luogo riconosciuto di confronto globale su tematiche strategiche per lo sviluppo sostenibile. Gli incontri milanesi della World Energy Week permetteranno di riflettere sui temi di maggiore attualità per il settore tra i quali l’integrazione e la resilienza delle infrastrutture energetiche, l’innovazione digitale, la mobilità sostenibile, i meccanismi di finanziamento e i modelli di business innovativi per la transizione energetica».

Italia con tripla A di rating
Secondo il World Energy Trilemma Index 2017 solo otto dei 125 Paesi esaminati (tra cui appunto l’Italia) hanno raggiunto il massimo punteggio per la sostenibilità energetica mentre lo scorso anno in 13 avevano ottenuto la tripla A. L’Italia ha guadagnato una posizione rispetto al 2016, salendo al sedicesimo posto. I primi tre posti sono occupati da Danimarca, Svezia e Svizzera. «L’Italia - aggiunge Margheri - è passata dal 23esimo posto nel 2015 al 16esimo nel 2017, raggiungendo punteggi eccellenti nell’analisi delle tre dimensioni. Il nostro Paese ha uno dei più efficienti sistemi di generazione termoelettrica in Europa e il nostro mix elettrico si è nel tempo arricchito con un importante contributo delle fonti rinnovabili, contando anche sull’elevata sostenibilità del gas naturale. L’efficienza energetica - conclude il presidente di Wec Italia - è migliorata soprattuto nel residenziale, nel commercio e nei trasporti con significativi risultati nella riduzione dei gas serra e inquinamento delle acque tra il 2005 e il 2013».

© Riproduzione riservata