Economia

Scuola-lavoro, il progetto Allianz diploma i primi trenta studenti

  • Abbonati
  • Accedi
formazione

Scuola-lavoro, il progetto Allianz diploma i primi trenta studenti

Si è conclusa con successo la prima edizione del Progetto Dualità Scuola-Lavoro di Allianz. Trenta giovani diplomati hanno conseguito il titolo di Junior Specialist in Insurance and Financial Services grazie all’esperienza di formazione-lavoro di due anni.

I primi trenta giovani, studenti e studentesse delle scuole secondarie superiori, assunti a ottobre 2016 con un contratto di apprendistato part-time di due anni, dopo aver conseguito il diploma di maturità, hanno completato il percorso di formazione duale in Allianz Italia. Visto il successo, inoltre, il progetto prosegue trenta nuovi studenti e studentesse del quarto anno delle scuole superiori sono stati assunti con contratto di apprendistato per dare il via alla terza edizione, aggiungendosi ai giovani di quinta superiore già presenti in azienda.

Partnership qualificata
Il Progetto, rispettando i criteri di qualità del modello duale tedesco, ha ottenuto la Certificazione DUAL.Project della Camera di Commercio Italo-Germanica. Si tratta di un modello innovativo di integrazione tra la formazione e l’occupazione giovanile riconosciuto nel 2017 dal ministero del Lavoro e dal ministero dell'Istruzione come best practice della formazione duale, grazie alle sue caratteristiche di flessibilità, replicabilità e di innovazione e grazie al coinvolgimento dei licei, oltre a quello degli istituti tecnico-economici.

«Questi primi trenta giovani hanno maturato un'esperienza lavorativa altamente formativa in un contesto organizzativo innovativo e di respiro internazionale che si tradurrà in un vantaggio competitivo quando entreranno definitivamente nel mondo del lavoro» dichiara Maurizio Devescovi, direttore generale di Allianz Italia, la compagnia assicurativa guidata dall’amministratore delegato Giacomo Campora.

Il diploma con il “bollino” tedesco
La cerimonia di consegna degli attestati si è svolta nell’auditorium della Torre Allianz, headquarter milanese del gruppo, alla presenza del dg Maurizio Devescovi, di Letizia Barbi, direttore delle risorse umane, dei rappresentanti della Camera di commercio Italo-Germanica, dei presidi degli Istituti scolastici coinvolti e dei responsabili degli uffici dove i giovani apprendisti hanno lavorato durante il percorso formativo.
«Nell’ottobre 2016 abbiamo avviato il progetto Dualità Scuola-Lavoro – sottolinea Devescovi –, investendo nella formazione duale e prendendo l’impegno di assumere ogni anno trenta giovani con un contratto di apprendistato part-time finalizzato all’orientamento professionale. Ora, a conclusione del percorso della prima edizione del progetto, siamo molto orgogliosi perché i risultati confermano la validità del percorso intrapreso».

Per Letizia Barbi, «in questi due anni in azienda, i nostri giovani colleghi hanno potuto verificare le loro aspirazioni e sperimentare le loro attitudini, oltre ad aver avuto la possibilità di confrontarsi con colleghi professionisti e di osservare e comprendere le dinamiche aziendali. Con nostra grande soddisfazione, la bontà del progetto Dualità Scuola-Lavoro è principalmente riscontrabile nell’impegno e nel cambiamento che abbiamo potuto osservare in queste ragazze e in questi ragazzi, oltre all’entusiasmo e alla freschezza che hanno portato nei nostri uffici». Durante la cerimonia a ciascun giovane è stato consegnato l'attestato con il titolo di «Junior Specialist in Insurance and Financial Services» di Allianz Italia, comprensivo del Certificato DUAL.Project.

L’esperienza dei giovani partecipanti
«Questo progetto ha rappresentato un’opportunità che, per ragazzi della nostra età, non è per nulla scontata. Ancora più interessante per chi, come me, proveniva da una formazione scientifica e non da un indirizzo di studi tecnici», afferma Lisa Ciavattini, 18 anni, diplomata al Liceo Scientifico dell’Istituto Salesiano Sant’Ambrogio di Milano. Le fa eco Natalia Giorgiana Ene, 19 anni, diplomata all'Istituto Tecnico-Economico Italo Calvino di Rozzano: «Opportunità, crescita professionale e orgoglio: sono molto contenta di aver fatto parte di questo progetto. Mi è stata data la possibilità di fare un’esperienza nell’area degli affari legali, che è sempre stata la mia aspirazione per un futuro impiego».
«È stato molto interessante conoscere colleghi di età molto diverse dalla mia – sottolinea Davide Moi, 19 anni, diplomato al Liceo Scientifico Maria Consolatrice di Milano – tutti già laureati che, tuttavia, non hanno avuto un atteggiamento di superiorità nei miei confronti. Il rapporto era paritario e in questo modo mi hanno insegnato che si deve collaborare in modo proficuo e corretto». Positivo anche il giudizio di Lia Karama, 18 anni, diplomata anche lei al Liceo Scientifico Maria Consolatrice di Milano: «Mi piace studiare matematica, però non conoscevo le sue applicazioni pratiche, mentre lavorare qui mi ha aperto alcune strade, come quelle statistiche e attuariali, oltre a quelle economiche e finanziarie».

Mohamed Ahmed Mohamed Hassan, 20 anni, diplomato come Natalia Giorgiana Ene all’Istituto Tecnico-Economico Italo Calvino di Rozzanoafferma di essere «cresciuto negli aspetti organizzativi: dalla pianificazione delle attività, alla gestione del tempo per rispettare i piani. Mi saranno utili anche in altre situazioni della vita».
Complessivamente, circa l’85% dei giovani apprendisti della prima edizione del progetto è orientato al proseguimento degli studi all’università. In particolare, gli indirizzi scelti sono: economico (45%), scienze matematiche e attuariali (25%), ingegneria (12%), umanistico (11%) e giuridico (7%).

Il progetto Dualità Scuola-Lavoro in sintesi
Il progetto è un innovativo modello di integrazione tra la formazione e l'occupazione giovanile, che si ispira all'esperienza duale tedesca di lunga tradizione. Lo scopo principale dell’iniziativa è favorire l’incontro tra il mondo della scuola e il mondo del lavoro, offrendo a studenti e studentesse delle scuole secondarie superiori, licei compresi, un’esperienza lavorativa altamente formativa, retribuita e certificata al fine di favorire l’orientamento delle loro scelte future di studio universitario e/o di lavoro e di fornire loro un vantaggio competitivo. La formula di assunzione dei giovani è quella del contratto di apprendistato part-time al 30%, della durata di due anni con una retribuzione annua lorda di circa 7mila euro che comprende tutti i benefit aziendali, come i buoni pasto, il rimborso delle spese mediche e altre prestazioni da polizze assicurative aziendali come previsto dai contratti di lavoro di Allianz Italia.
Durante l’anno scolastico, nei tre giorni al mese di presenza in azienda, gli studenti incontrano le diverse funzioni aziendali con un approccio per business case e, contemporaneamente, sviluppano soft skill utili in azienda (come team working, prendere decisioni, comunicazione in italiano e in inglese) oltre ad acquisire competenze tecniche tipiche del settore assicurativo-finanziario.
Al termine dell’anno scolastico, nei mesi estivi, i giovani apprendisti vengono inseriti nelle diverse aree aziendali dove possono applicare le nozioni apprese attraverso un'esperienza di formazione professionale on the job.
Nel corso del quinto anno di studi, i ragazzi devono elaborare un progetto in gruppo, da condurre anche in logica di smart-working, che costituisce il loro Project Work da presentare all'esame di maturità. Conseguito il diploma, dopo le vacanze estive, tornano per un periodo lavorativo in azienda.

Gli istituti scolastici coinvolti
Gli studenti e le studentesse inseriti nel progetto Dualità Scuola-Lavoro di Allianz Italia provengono dalle seguenti strutture che hanno aderito al progetto duale: Liceo Scientifico e Liceo Classico dell’Istituto Salesiano Sant’Ambrogio di Milano; Istituto Tecnico-Economico Italo Calvino di Rozzano; Liceo Scientifico, Liceo Linguistico e Istituto Tecnico-Amministrazione, Finanza e Marketing Maria Consolatrice di Milano; Dall’anno 2017-2018 si sono aggiunti il Liceo Classico Cesare Beccaria di Milano e il Liceo Classico e Liceo delle Scienze Umane del Collegio San Carlo di Milano; dall’anno 2018-2019 si sono aggiunti anche il Liceo Scientifico, Liceo Classico e Liceo Linguistico Primo Levi di San Dotato Milanese

© Riproduzione riservata