Economia

Dal rottame al lingotto: l’alluminio bresciano sceglie…

  • Abbonati
  • Accedi
ALLUMINIO

Dal rottame al lingotto: l’alluminio bresciano sceglie l’integrazione

Un operatore integrato lungo la filiera, dalla scelta delle materie prime fino alla produzione dei lingotti, il tutto rigorosamente «made in Brescia». Il mondo dell’alluminio tiene a battesimo una nuova realtà nata dall’integrazione di due player territoriali, con un progetto che sarà in grado di garantire una maggiore forza competitiva non solo per la capacità congiunta di attivare investimenti sotto gli aspetti tecnologici e organizzativi, ma anche per il presidio di più anelli della stessa filiera.

I protagonisti dell’operazione sono Arm spa, specializzata nel recupero di rottami metallici non ferrosi, e Deltacom srl, produttore di lingotti in leghe di alluminio. Insieme hanno fondato Advance holding spa, nuova realtà presieduta da Mario Assisi (è presidente di Arm spa), nella quale sono confluite le intere partecipazioni di entrambe le società. L’aggregato vale circa 90 dipendenti complessivi per un fatturato che supera i 130 milioni di euro.

«L’evoluzione dei mercati – spiega Tiberio Assisi, amministratore delegato di Arm spa – impatta sul core business dell’impresa pone le aziende davanti alla necessità di muoversi responsabilmente per restare competitive e, quindi, capaci di continuare a generare valore nel territorio. L’integrazione a valle è stata per noi la soluzione corretta. Pur restando un operatore aperto al mercato, in Deltacom abbiamo identificato il giusto partner per trasformare un’idea di verticalizzazione in un progetto concreto. Con Advance Holding saremo più vicini al cliente finale, più efficienti e competitivi».

Le sinergie tra le due società, che restano attive nei rispettivi business, di fatto «accorciano» la filiera amplificando vantaggi come il maggior efficientamento dei processi produttivi, l’aumento della qualità dei prodotti, anche in termini di rintracciabilità, e una più efficace gestione degli aspetti ambientali in linea con i modelli richiesti dall'economia circolare.

«Con Arm – commenta Alberto Brosolo, amministratore delegato di Deltacom spa – siamo passati da un rapporto tradizionale cliente-fornitore ad essere partner uniti in Advance holding perché condividiamo le stesse visioni sul futuro del mondo dell’alluminio. Già oggi è un contesto internazionale che detta all’intera filiera un ritmo di sviluppo tecnologico e qualitativo decisamente alto. La filiera deve quindi sapere reagire, stare al passo. Con questa operazione accresciamo la nostra capacità di attivare, in un piano strategico di ampio respiro, investimenti mirati per rafforzare sinergie industriali, commerciali e, non da ultimo, rendere i nostri prodotti ancora più rispondenti alle richieste dei clienti».


© Riproduzione riservata