Economia

Pernigotti sospende la procedura di licenziamento e avvia una fase di…

  • Abbonati
  • Accedi
la vertenza di novi ligure

Pernigotti sospende la procedura di licenziamento e avvia una fase di reindustrializzazione

Pernigotti sospende, fino al 31 dicembre, la procedura di licenziamento dei 100 addetti dello stabilimento di Novi Ligure e apre con il Governo un percorso intorno all'ipotesi di reindustrializzazione dello stabilimento di Novi Ligure, in provincia di Alessandria.

La nota congiunta di Palazzo Chigi e della proprietà turca dell'azienda arriva in tarda serata, dopo oltre due ore e mezzo di incontro.

L'azienda dunque ha accolto le richieste del Governo italiano di sospendere la procedura, seppure temporaneamente. Inoltre si è deciso di nominare un soggetto terzo che verifichi, analizzi e valuti le opportunità produttive del sito italiano del Gruppo. Il gruppo turco farà richiesta di cassa integrazione per reindustrializzazione - e non ristrutturazione come nell'ipotesi originaria - per garantire che i dipendenti abbiano l'ammortizzatore sociale.

Positiva ma cauta la prima reazione dei sindacati. Pietro Pellegrini della Uila commenta cosi: «La sospensione della procedura di licenziamento è sicuramente un segnale positivo, ma aspettiamo le prossime ore per valutare meglio il resto».

GUARDA IL VIDEO: Pernigotti, Di Maio: entro anno legge che lega marchi a territori

All'incontro erano presenti il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, il Vicepresidente e ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio e la proprietà turca della Pernigotti S.p.a. Nei prossimi mesi l'esecutivo lavorerà a una norma per vincolare i marchi storici italiani e le produzioni al territorio nel quale vengono realizzati. «Un ulteriore passo - scrive la nota di Palazzo Chigi - verso la valorizzazione del made in Italy».

Al momento dunque sembra raffreddarsi l'ipotesi di una disponibilità dell'azienda a cedere le attività italiane legate al brand Pernigotti, almeno nei prossimi mesi. Una ipotesi anticipata nel pomeriggio di ieri dal presidente del Parlamento europeo ... Tajani attraverso un post su Twitter e seguita alle indiscrezioni sull'interesse da parte della Sperlari per l'acquisizione del ramo di attivita' della Pernigotti.

Nelle prossime ore inoltre si capirà se e in che tempi i lavoratori interromperanno il presidio davanti ai cancelli della fabbrica, presidio che va avanti di tre settimane e che ha bloccato tutte le attività dello stabilimento.

© Riproduzione riservata