Economia

L’auto frena i ricavi dell’industria

  • Abbonati
  • Accedi
ISTAT

L’auto frena i ricavi dell’industria

Agf
Agf

Senza infamia e senza lode. Così come accaduto per la produzione industriale, ad ottobre anche i dati dei ricavi manifatturieri si mantengono in equilibrio, un calo dello 0,5% congiunturale rispetto al mese precedente, un aumento del 2% su base annua, tenendo conto del calendario più favorevole con la presenza di una giornata lavorativa in più .

A dispetto della frenata, l’Istat nella media degli ultimi tre mesi registra comunque un lieve aumento, + 0,3% rispetto ai tre mesi precedenti.

Guardando ai dati annui, i ricavi vedono una ripresa lievemente superiore all’estero (+2,7%), ma la crescita resta visibile (+1,7%) anche sul mercato interno.

A frenare le medie è il comparto dei mezzi di trasporto, che crollano dell’11,1% in termini di ricavi, anche per effetto delle minori immatricolazioni Fca registrate sia in Italia che in Europa. A ottobre l'industria italiana di
autoveicoli vede infatti un calo del fatturato dell'8,6% su base annua e
anche gli ordini diminuiscono del 5,8% nei dati grezzi registrati dell'Istat. Nei primi dieci mesi dell'anno il fatturato risulta in flessione del 2% mentre gli ordinativi aumentano dello 0,3%.

Altrove tra i settori maqnifatturieri vi sono invece soltanto segni più, più robusti per tessile-abbigliamento, chimica ed elettronica.

Note meno liete arrivano invece dagli ordini, che si riducono dello 0,3% su base congiunturale, un calo paritetico per Italia ed estero.

Su base annua la crescita è del 2% ma si tratta di dati grezzi, non corretti per gli effetti di calendario e che dunque in termini reali sono in realtà in arretramento. Con una debolezza avvertita soprattutto sul mercato interno, dove la crescita grezza annua è dell’1,2%, circa un terzo rispetto al +3% registrato dalle commesse estere.

Da segnalare, a conferma delle indicazioni in arrivo dai costruttori, la fase riflessiva sugli investimenti in macchinari, in calo del 3,1% ad ottobre dopo il boom dello scorso anno.

L’afffievolimento progressivo del trend di crescita lascia il segno sulle medie globali e infatti nei primi dieci mesi dell’anno i ricavi dell’industria crescono del 3,6%, due punti in meno rispetto alla performance 2017. La crescita degli ordini nei dieci mesi è pari al 2%, meno di un terzo rispetto al dato finale dello scorso anno.

© Riproduzione riservata