Economia

Thyssenkrupp installerà anche in Italia gli ascensori super-veloci

  • Abbonati
  • Accedi
MECCANICA

Thyssenkrupp installerà anche in Italia gli ascensori super-veloci

Il balletto degli ascensori gemelli della Hekla Tower di Parigi

A Milano, Roma, Napoli e Venezia. Saranno installati anche su alcuni grattacieli italiani, per la prima volta, gli ascensori Twin di Thyssenkrupp elevator. I primi progetti, secondo le indiscrezoni, dovrebbero esssere presentati quest’anno. Il Twin è un impianto in grado di trasportare il 40% in più di passeggeri e di ridurre del 25% lo spazio destinato ai vani, grazie a un sistema di due cabine indipendenti e sovrapposte che si muovono in un unico vano.

Proprio il Twin è il protagonista dell’ultima maxicommessa della divisione ascensoristica del colosso tedesco. ThyssenKrupp si è aggiudicata pochi giorni fa i dodici ascensori della Hekla Tower, il grattacielo disegnato da Jean Nouvel chee diventerà la nuova icona del quartiere La Defance. Si tratta di 66mila metri quadrati occupati da uffici, oltre 2.500 metri quadrati di terrazze, un business center, ristoranti e un centro conferenze da 250 posti, tutto pronto entro il 2022. In soli 30 secondi si potranno percorrere i 51 piani della nuova torre che cambierà lo skyline di Parigi, con un’altezza di 220 metri, le 5.800 persone si muoveranno alla velocità di 7 metri al secondo.

«Non solo risparmio di spazio e di tempo, ma anche efficienza energetica: grazie a una funzione di recupero energetico opzionale, i Twin possono reimmettere sulla rete circa il 30% dell'energia generata durante la frenata – spiega Luis Vos, direttore generale thyssenkrupp Elevator Italia -. La Hekla Tower, anche grazie ai nostri impianti, sarà una struttura perfettamente integrata con il contesto, all’interno del quale il ruolo degli ascensori sarà sempre più strategico per un processo di urbanizzazione sostenibile».

© Riproduzione riservata