Economia

Sì delle Regioni alla disciplina quadro dell'enoturismo

  • Abbonati
  • Accedi
industria delle vacanze

Sì delle Regioni alla disciplina quadro dell'enoturismo

«La Conferenza delle Regioni ha approvato le linee guida sull'attività enoturistica per rafforzare e meglio organizzare un settore in continua espansione» annuncia l'assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia e coordinatore della Commissione agricoltura della Conferenza delle Regioni, Leonardo Di Gioia. «Si tratta – spiega di Gioia – di prescrizioni che aiuteranno l'attività enoturistica nel garantire soprattutto sicuri standard di qualità, a partire dai requisiti per l'esercizio. Si intende così promuovere, in particolare, le produzioni vitivinicole del territorio. Nelle Linee guida sono previsti requisiti e standard minimi; le Regioni avranno il compito di vigilare e controllarne l'osservanza. L’obiettivo è rendere l'enoturismo un sistema
integrato, promuovendo e allargando la diffusa ricchezza culturale e paesaggistica del nostro Paese». «Accogliamo con grande soddisfazione l'intesa trovata tra il Governo e le Regioni. Unione italiana vini si è spesa molto in questi anni affinché fossero definiti dei principi e trovate delle linee guida condivise per le attività enoturistiche a livello nazionale. Riteniamo, pertanto, molto significativo che le istituzioni abbiano riconosciuto la bontà e la valenza delle proposte. Siamo certi che, attraverso questa nuova opportunità, l'intero comparto trarrà grandi benefici soprattutto in termini di valorizzazione dei territori. Il ministro Centinaio ha sostenuto dall'inizio questo progetto, auspichiamo che firmi al più presto il Decreto, così da renderlo quanto prima operativo» ha ribadito Ernesto Abbona, presidente di Unione italiana vini.

© Riproduzione riservata