Economia

Antibiotici, Gsk cede ad Acs Dobfar l’impianto di Verona

  • Abbonati
  • Accedi
farmaci

Antibiotici, Gsk cede ad Acs Dobfar l’impianto di Verona

È stato siglato un accordo fra GlaxoSmithKline (gsk) e la società chimico-farmaceutica Acs Dobfar per la cessione del sito produttivo Gsk di Verona che tutela l'impegno industriale e l'occupazione a Verona (240 addetti) e nel Paese e che consente a entrambe le aziende di avere una catena di valore sostenibile a lungo termine. L'accordo - come informa una nota - prevede tre elementi significativi: la cessione dell'intero ramo d'azienda italiano di Gsk dedicato agli antibiotici della classe denominata cefalosporine con un subentro di Acs Dobfar previsto nel primo trimestre del 2020 in funzione delle autorizzazioni necessarie al completamento della transazione; la possibile fornitura come produttore terzo e dallo stabilimento di Verona da parte Acs Dobfar degli antibiotici Zinacef e Fortum a Gsk; il proseguimento delle produzioni per conto di altre aziende già effettuate ora nello stabilimento di Verona e la possibilità di aggiungervene altre incrementando l'attività del sito produttivo.
Grazie a questo accordo Gsk prosegue nel suo sviluppo sostenibile a livello scientifico, industriale e commerciale in Italia associando agli investimenti nella nuova sede direzionale di Verona, nello stabilimento di Parma, in quello di Rosia e nel Centro ricerche di Siena, una semplificazione della propria catena di approvvigionamento che garantisce maggiore sostenibilità al business delle cefalosporine.

Acs Dobfar - prosegue la nota - è un'azienda privata italiana di esperienza nel settore degli antibiotici betalattamici e non che produce materia prima, semilavorati e prodotti finiti e che dai primi anni del 2000 ha collaborato con Gsk ottenendo significativi risultati in questo specifico settore.
Gsk è presente in Italia dagli inizi del 900 e dal 1932 a Verona dove la sua attività essenziale non è stata interrotta nemmeno durante la seconda guerra mondiale e conta in Italia oltre 4.200 dipendenti, con una fatturato annuo di 1,8 miliardi di cui 546 milioni destinati all'export.

© Riproduzione riservata