Economia

Bcg rilancia sui giovani talenti

  • Abbonati
  • Accedi
FORMAZIONE

Bcg rilancia sui giovani talenti

Media alta, anzi altissima, E poi padronanza delle lingue, oltre naturalmente ad una forte motivazione. Sono le caratteristiche chiave dei 100 “talenti” a cui Bcg offre un percorso ad hoc di alta formazione che prende il via a Milano per la quarta edizione.

Il progetto The Future Makers si rivolge a 100 fra i migliori studenti italiani provenienti dalle università di tutte le regioni, giovani tra i 23 e i 26 anni che si confronteranno per un’intera settimana con 20 protagonisti dell’economia.

Nel tempo, nei primi 4 anni di vita del progetto, sono stati 50mila gli studenti coinvolti a vario titolo in questa iniziativa, 400 i giovani selezionati che hanno preso parte direttamente al progetto.

Gli interventi proposti spaziano tra diversi settori, coinvolgendo realtà strutturate e altre invece di recente fondazione. Fra gli ospiti dell'edizione 2019 vi sono ad esempio Marco Alverà, amministratore delegato di Snam, Brunello Cucinelli, fondatore dell'omonimo brand, Matteo Del Fante, Amministratore Delegato di Poste Italiane, Fabrizio Salini, Amministratore Delegato di Rai, Davide Dattoli, fondatore di Talent Garden.

Il titolo scelto per l'edizione 2019 è “Unlocking the Potential”, con l'obiettivo di accelerare e sostenere il percorso dei giovani talenti italiani per poter esprimere tutto il loro potenziale. Per la prima volta - grazie ad una partnership con ISPI – il focus dei lavori si allargherà anche alle grandi sfide geopolitiche.

A Paolo Magri, presidente di ISPI e Staffan de Mistura, già inviato Onu in Siria, si aggiungerà il contributo dell'Ambasciatore Italiano al Cairo, Giampaolo Cantini.

Tra gli speaker coinvolti in passato figurano alcuni dei nomi chiave del mondo delle grandi imprese, dell'imprenditoria e del Made in Italy, del sociale, dello sport e della cultura. Da Claudio Descalzi, Ceo di Eni a Francesco Starace, Ceo di Enel, dal Ceo di Unicredit Jean Pierre Mustier al vicepresidente di Amazon Diego Piacentini.

«Anche quest'anno, a fianco del mondo dell'economia e del sociale - spiega l’ad di Bcg Italia, Grecia, Turchia e Israele Giuseppe Falco - abbiamo scelto di impegnarci con l'obiettivo di contribuire alla formazione delle future generazioni chiamate a guidare imprese e istituzioni, rafforzando la loro leadership per prepararsi a essere le voci dei prossimi anni. In un Paese come l'Italia il vero asset è rappresentato dal capitale umano, il mondo dell'economia sente forte l'esigenza di supportare, sostenere e sviluppare questo capitale, e il programma di The Future Makers ne è una testimonianza vibrante».

© Riproduzione riservata

>