istruzione

Scuola, per i banchi monoposto in lizza 14 imprese. In arrivo 50mila supplenti in più ma già non bastano

La ministra Azzolina firma l’ordinanza sulle 50mila unità aggiuntive di prof e Ata e annuncia nuove assunzioni con i fondi del decreto Agosto. Arrivate 14 offerte per i banchi monoposto

di Eugenio Bruno

Scuola, niente mascherina a settembre per piu' piccoli

La ministra Azzolina firma l’ordinanza sulle 50mila unità aggiuntive di prof e Ata e annuncia nuove assunzioni con i fondi del decreto Agosto. Arrivate 14 offerte per i banchi monoposto


3' di lettura

Complice l’emergenza Covid-19 mai come quest’anno le assunzioni nella scuola somigliano al classico “pozzo di San Patrizio”. Neanche il tempo di firmare l’ordinanza sui 50mila prof e bidelli aggiuntivi finanziati con i 977 milioni del decreto Rilancio, che la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, annuncia nuove risorse aggiuntive di personale in vista grazie ai fondi del decreto Agosto. Intanto sono arrivate 14 offerte per la fornitura di 3 milioni di banchi monoposto in vista della riapertura di settembre.

Le 50mila nuove assunzioni in arrivo

Ad annunciare il via libera all’ordinanza che disciplina le 50mila assunzioni a tempo determinato in più è la stessa ministra Azzolina. Si tratta di contratti fino al 30 giugno per docenti e personale Ata - revocabili in caso di nuovo lockdown e ritorno alla didattica a distanza - che saranno stipulati nei prossimi giorni dagli Uffici scolastici territoriali (Usr) con i 977 milioni stanziati dal decreto Rilancio.
Stando all’ordinanza che il Sole 24Ore ha avuto modo di visionare le risorse saranno assegnate per il 50% sulla base del numero degli alunni presenti sul territorio e per il 50% sulla base delle richieste avanzate dagli Usr che hanno raccolto i desiderata delle scuole. Priorità massima sarà data alla scuola dell'infanzia e al primo ciclo di istruzione, con particolare riferimento alla scuola primaria dove il tempo prolungato può arrivare fino a 40 ore settimanali.
Nel commentare la misura l’esponente pentastellata in una nota spiega: «Grazie a questo incremento potremo finalmente cominciare a superare quelle norme, nate in epoca di tagli feroci alla scuola, che hanno portato al sovraffollamento delle classi. Con il decreto rilancio - ha aggiunto Azzolina - abbiamo infatti previsto la possibilità di derogare al numero di alunni per classe per ridurlo progressivamente. Un cammino che dovremo poi proseguire anche oltre l'emergenza».

Loading...

I conti non tornano

Le 50mila supplenze in arrivo causa Covid-19 - che si sommano alle oltre 150mila già preventivate per riempire i vuoti d’organico ordinari, ndr - potrebbero non bastare. A lasciarlo intendere è la stessa nota di viale Trastevere quando rivela che una parte degli 1,3 miliardi dello scostamento di bilancio attesi nel decreto Agosto per la scuola sarà «dedicata a un ulteriore incremento di personale».
Del resto le richieste che stanno arrivando dagli Uffici scolastici territoriali rendono il primo stock di 50mila supplenti tra prof e Ata chiaramente insufficiente. Basti pensare che solo l’Usr Campania ha chiesto 19mila insegnanti in più. A cui vanno aggiunti gli 8mila di Lombardia e Lazio e altrettanti di Piemonte e Toscana.

Slitta la firma sul protocollo sicurezza

L’annuncio di ulteriori incrementi di personale dovrebbe servire a vincere le ultime resistenze dei sindacati sul protocollo per la sicurezza. L’intesa che era prevista inizialmente per mercoledì 5 agosto è slittata a giovedì 6. Ma non dovrebbero esserci sorprese sui contenuti che restano quelli anticipati nei giorni scorsi.. A cominciare da una presenza più massiccia dei servizi di supporto psicologico nelle scuole all’obbligo di mascherina per docenti e accompagnatori. Per gli studenti dai 6 anni in su (al di sotto di quella soglia già non è prevista) invece si deciderà nell’ultima settimana del mese in base ai suggerimenti del Comitato tecnico-scientifico del ministero della Salute.

Per i banchi monoposto in lizza 14 imprese

Intanto sono arrivati i primi risultati della gara per la fornitura di banchi monoposto in vista di settembre. Sono 14, tra quelle italiane e le straniere, le aziende che hanno partecipato al bando europeo indetto dal Commissario per l’emergenza, Domenico Arcuri, per la fornitura di un massimo tre milioni di banchi monoposto in vista della riapertura dell'anno scolastico in sicurezza. Di questi, la metà con sedute attrezzate di tipo innovativo. Al via adesso la procedura di valutazione delle varie offerte: la sottoscrizione dei contratti avverrà entro il 12 agosto.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti