Il ministro Bianchi

In arrivo linee guida comuni per quarantene nelle scuole

Al question time alla Camera il ministro Bianchi annuncia regole uniformi su gestione alunni positivi e torna sui banchi non a norma: ritirati, altri fondi per sostituirli

di Eu.B.

Con Covid e scuole chiuse più spose bambine e gravidanze precoci

2' di lettura

Il federalismo delle quarantene a scuola, che vede molte Regioni applicare regole diverse tra loro per la gestione dei casi positivi, ha i giorni contati. Parola del ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, che annuncia l’arrivo imminente di linee guida «comuni» sull’intero territorio nazionale. A proposito dello scandalo banchi acquistati e ritirati 12 mesi dopo perché non a norma, l’ex rettore di Ferrara aggiunge: abbiamo stanziato fondi aggiuntivi per sostituire gli arredi inadeguati.

Regole comuni sulle quarantene

Rispondendo a un’interrogazione di Leu il ministro ha ricordato le iniziative messe in piedi per consentire la ripresa al 1000% in presenza di settembre, inclusi i 55mila test salivari da compiere ogni 15 giorni sulla popolazione scolastica di elementari e medie, e ha annunciato che «è già stato convocato ed è già operativo un tavolo tecnico composto dall'Istituto Superiore di Sanità, dal ministero della Salute, dal ministero dell'Istruzione, dalla struttura commissariale e dai rappresentanti di tutte le Regioni per la predisposizione di un protocollo condiviso volto a disciplinare in modo omogeneo sul territorio nazionale la gestione dei contatti di casi Covid-19». Con l’obiettivo esplicito di raggiungere, sulle quarantene e sulle regole per la gestione dei casi postivi a scuola, «una comune regolamentazione su tutto il territorio nazionale».

Loading...

Via i banchi non a norma

Sull’altro tema del momento, cioè i banchi monoposto acquistati l’anno scorso e rivelatisi poi non a norma con le regole antincendio, il titolare dell’Istruzione ha spiegato che «a giugno è stata effettuato dal ministero dell’Istruzione un monitoraggio che ha fatto emergere la mancata conformità alle normative in materia di sicurezza degli arredi della ditta Nautilus» e ad agosto si è «provveduto al ritiro». Precisando ancora: «Il ministero dell’Istruzione, con nota di agosto, ha provveduto ad assegnare le risorse per completare l’acquisto degli arredi scolastici. Dunque noi stessi, in giugno, abbiamo effettuato il monitoraggio, in agosto abbiamo fornito le risorse e la struttura commissariale sta gestendo il contenzioso».

Libri di testo e mercato

Altro fronte aperto le consegne in ritardo dei libri scolastici che hanno complicato queste prime settimane di lezione in tante scuole italiane. A tal proposito, il ministro ha innanzitutto evidenziato che «per quanto riguarda la scuola primaria tale fornitura e’ a carico dei Comuni, secondo le modalità stabilite da leggi regionali, e per la scuola secondaria è rimessa al libero mercato». Con una nota a margine: «Su questo mi permetto una considerazione: io credo che un’attenzione di più al funzionamento del libero mercato dovrebbe essere dato anche in questo settore». Dicendosi dal canto suo disponibile a rivedere le tempistiche della procedura di adozione dei libri di testo (che oggi deve avvenire entro il 31 maggio ndr),«in modo da assicurare tempestività, che è l’obiettivo condivisibile. Io ho sentito personalmente i rappresentanti degli editori, ho sentito le nostre istituzioni scolastiche e sicuramente vi è, però, da fare una riflessione anche su come è cambiato il modello di distribuzione».

Scuola, tutti gli approfondimenti

La newsletter di Scuola+

Professionisti, dirigenti, docenti e non docenti, amministratori pubblici, operatori ma anche studenti e le loro famiglie possono informarsi attraverso Scuola+, la newsletter settimanale de Il Sole 24 Ore che mette al centro del sistema d'istruzione i suoi reali fruitori. La ricevi, ogni lunedì nel tuo inbox. Ecco come abbonarsi

Le guide e i data base

Come scegliere l’Università e i master? Ecco le guide a disposizione degli abbonati a Scuola+ o a 24+. Qui la guida all’università con le lauree del futuro e il database con tutti i corsi di laura

Lo speciale ITS

Il viaggio del Sole 24 Ore negli Its per scoprire come intrecciare al meglio la formazione con le opportunità di lavoro nei distretti produttivi delle eccellenze del made in Italy. Tutti i servizi

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti