magnitudo 7.1

Terremoto in California, si stimano danni per almeno un miliardo di $

Una scossa di terremoto di magnitudo 7.1 ha colpito venerdì sera (alle 20.19 ora locale) il Sud dello Stato della West Coast, dopo il sisma di giovedì di magnitudo 6.4. Proclamata l’emergenza in due contee

(Reuters)

1' di lettura

Il terremoto che ha colpito la California meridionale potrebbe causare perdite economiche per almeno un miliardo di dollari: è la stima della U.S. Geological Survey (Usgs) l’agenzia scientifica del governo americano che studia il territorio degli Stati Uniti, le sue risorse naturali e i rischi naturali che lo minacciano.

Si tratta della scossa di terremoto di magnitudo 7.1 che ha colpito venerdì sera (alle 20.19 ora locale, le 5.19 di sabato mattina in Italia) il Sud della California, dopo il sisma di giovedì di magnitudo 6.4. La scossa, con epicentro nella località di Ridgecrest, a 240 km da Los Angeles, è stata la più forte mai registrata nello Stato negli ultimi 20 anni. Secondo testimoni il sisma sarebbe durato circa 30 secondi e l’Istituto geofisico americano (Usgs) riporta che è stato avvertito anche in Messico. Non si registrano danni di rilievo o vittime. Il governatore Gavin Newsom ha proclamato lo stato di emergenza nella contea di San Bernardino, quella colpita dalla seconda scossa di terremoto. Il 4 luglio Newsom aveva fatto lo stesso nella contea di Kern, interessata dalla prima scossa.

Loading...
Terremoto in California scossa di magnitudo 7.1

Terremoto in California scossa di magnitudo 7.1

Photogallery17 foto

Visualizza

La scossa è stata registrata ad una profondità di soli 900 metri.

(articolo aggiornato alle ore 10.29 di domenica 7 luglio 2019)

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti