Attualita

In edicola da venerdi “A Passion for Fashion”il nuovo speciale moda di HOW to Spend it

di Nicoletta Polla Mattiot


default onloading pic

2' di lettura

«Viviamo nell'epoca del visuale. Lo amiamo, forse persino troppo. Ma il visuale entra nel cervello e passa subito altrove. Io credo nel racconto. Nella narrazione. Nella favola». Sono le prime parole, pronunciate in un ebraico morbido e velato di nostalgia, dal guru della moda Alber Elbaz. «Quanto tempo che non faccio un'intervista nella mia lingua madre, grazie per questa opportunità!», confessa alla scrittrice Elena Loewenthal, raccontandole la sua collaborazione con Diego Della Valle e Tod's. E' il primo di una serie di incontri d'autore con creativi rivoluzionari, che accompagna l'uscita in edicola, venerdì 4 ottobre, del nuovo magazine del Sole24Ore: “A Passion for Fashion”, lo speciale moda di How to Spend it.

«Penso che questo decennio rappresenti il momento più caotico mai attraversato dal sistema moda». Ecco il secondo creativo, Demna Gvasalia, artistic director di Balenciaga: è lui che analizza i grandi cambiamenti avvenuti nel settore, la crescita dell'e-commerce e dei social media, la costante trasformazione della compagine economica. «E' stata abbastanza spaventosa la velocità del cambiamento. Non posso dire che sia stato divertente, negli ultimi cinque anni è stato come sentirsi ogni giorno in prima linea al fronte!». Terzo talento dirompente, protagonista del nuovo speciale moda, Thom Browne il cui marchio sta attraversando un momento cruciale dopo che il Gruppo Zegna ne ha rilevato l'85 per cento: «E' tempo di diventare finalmente una global company, una sfida molto stimolante perché si tratta di coniugare le grandi dimensioni con un certo tipo di qualità, che può arrivare solo dalle lavorazioni artigianali di paesi che hanno una tradizione. Gran parte della produzione viene da laboratori di sartoria in Scozia, Giappone e naturalmente Italia». La quarta intervista è invece a Sylvie Bénard, non una creativa, ma una manager, e delle più pugnaci, essendo alla guida del dipartimento ambientale Lvmh fin dal 1992: il dibattito sul Fashion Pact è l'occasione per incontrarla e per fare un punto sulla sostenibilità, il tema su cui si gioca il futuro della moda, oltre che del pianeta.

Ci sono incontri e interviste sul nuovo “A passion for fashion”, ma hanno largo spazio anche i servizi fotografici, il punto sulle tendenze accessori (scarpe e borse), il focus sull'alta moda, le curiosità e le novità di un settore produttivo che vale, nel mercato mondiale, 2,5 trilioni di dollari.

Dopo “Superior Interiors”, lanciato l'anno scorso e dedicato al mondo del design e dell'alto artigianato, questo è il secondo spin-off di How to Spend it. Uscirà due volte all'anno, in occasione delle Fashion Week e rappresenta un ulteriore rafforzamento del mensile del Sole24Ore nella direzione dei suoi lettori e del mercato moda. E' una prospettiva sul lusso inteso, prima di tutto, come tempo dedicato a sé e alle proprie passioni e un focus sullo shopping non solo come scelta di gratificazione, ma come identikit sensoriale e affettivo, personalizzazione opposta alla standardizzazione.

Talenti, oggetti, spazi, occasioni: il bello di sapere “how to”, come si fa e tutte le informazioni necessarie per passare dal sogno all'azione.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...