ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTrasporti

In Germania debuttano i treni a idrogeno, in Italia arriveranno a fine 2023

In Bassa Sassonia entrano in servizio 14 convogli della Alstom che a Savigliano sta sviluppando i sei esemplari destinati alla Valcamonica a fine 2023

di Filomena Greco

Mobilità sostenibile, la soluzione nei treni a idrogeno

2' di lettura

La Germania ci arriva prima, ma anche l’Italia avrà il suo Coradia a idrogeno. I primi 14 treni alimentati completamente a idrogeno e prodotti da Alstom entreranno in funzione in questi giorni in Germania, mentre in Italia, in particolare nello stabilimento di Savigliano, in provincia di Cuneo, si sta lavorando allo sviluppo del modello Coradia Stream che debutterà alla fine dell’anno prossimo in Valcamonica. Alstom fornirà sei treni a celle a combustibile a idrogeno – con l’opzione per la produzione di altri otto esemplari – a Ferrovie Nord Milano per un importo di circa 160 milioni di euro.

Il contratto è stato siglato a fine 2020 con l’impegno di fornire i treni a distanza di trentasei mesi. I treni saranno impiegati lungo la linea non elettrificata Brescia-Iseo-Edolo, in sostituzione di treni diesel. La versione alimentata ad idrogeno del Coradia Stream sarà equipaggiata con la stessa tecnologia di propulsione a celle a combustibile impiegata sul Coradia iLint, il modello che Alstom ha sviluppato e prodotto tra le sedi di Salzgitter (Germania) e a Tarbes (Francia), che vanta mille chilometri di autonomia, bassa rumorosità ed emissioni zero, soltanto vapore e acqua condensata.

Loading...

Nello stabilimento di Savigliano – dove negli ultimi vent’anni sono stati costruiti 200 treni ad alta velocità e oltre 600 regionali Coradia – Alstom ha insediato il Centro di riferimento per i treni regionali monopiano Coradia Stream. Nella sede piemontese lavorano un migliaio di addetti e Savigliano, con 328mila metri quadri, è un sito chiave a livello globale per il Gruppo che entro giugno 2023 completerà il piano di assunzioni di 300 nuovi addetti.

Alstom ha siglato in totale quattro contratti per treni regionali alimentati a celle a combustibile a idrogeno: due in Germania - in Bassa Sassonia e nell'area metropolitana di Francoforte - e uno in Francia, oltre all’accordo sottoscritto in Italia.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti