L’inaugurazione

In Germania il primo impianto al mondo di cherosene a zero emissioni per aerei

La fabbrica produce carburante sintetico per aerei ricavato da acqua, CO2 ed elettricità rinnovabile

(Ap)

2' di lettura

È stato ufficialmente inaugurato a Werlte/Emsland in Germania il primo impianto industriale al mondo che produce cherosene a base di elettricità a emissioni zero di CO2. È gestito dall’organizzazione per la protezione del clima Atmosfair e produce carburante sintetico per aerei da acqua, CO2 ed elettricità rinnovabile (power-to-liquid = PtL).

L’impianto di Werlte, vicino al confine nord-occidentale della Germania con i Paesi Bassi, userà l’acqua e l’elettricità di quattro parchi eolici vicini per produrre idrogeno. L’idrogeno viene combinato con l’anidride carbonica per produrre il petrolio greggio, che può poi essere raffinato in carburante per jet.
La combustione del cherosene sintetico rilascia nell’atmosfera solo tanta CO2 quanta ne è stata precedentemente rimossa per produrre il carburante, rendendolo “carbon neutral”.

Loading...

L’aviazione rappresenta attualmente circa il 2,5% delle emissioni mondiali di anidride carbonica. Se altri mezzi di trasporto come le auto sono sempre più elettrificati, la sfida di realizzare grandi aerei alimentati con batterie è ancora molto complessa, almeno per i voli commerciali.

Cherosene sintetico

I carburanti puliti possono aiutare a risolvere il problema. «L’era in cui si bruciano carbone, petrolio e gas naturale sta per finire - ha detto il ministro dell’ambiente tedesco, Svenja Schulze, al taglio del nastro del nuovo impianto - Allo stesso tempo, nessuno dovrebbe sacrificare il sogno di volare. Ecco perché abbiamo bisogno di alternative al cherosene convenzionale e dannoso per il clima».

Lufthansa partner del progetto

Il Gruppo Lufthansa è partner del progetto pionieristico ed è uno dei primi clienti ad acquistare questo cherosene sostenibile a base di elettricità. Finora le compagnie aeree del Gruppo Lufthansa hanno utilizzato carburanti per aviazione sostenibili di origine biogenica prodotti da scarti agricoli o oli da cucina usati. Questo perché i combustibili PtL non sono ancora stati prodotti industrialmente ma sono disponibili solo in quantità da laboratorio.

«Le compagnie aeree di Lufthansa si sono concentrate da molti anni sulla ricerca e l’uso di combustibili per aviazione sostenibile (SAF). Siamo attualmente il più grande cliente in Europa - spiega Christina Foerster, membro del comitato esecutivo Deutsche Lufthansa -. I combustibili sintetici da energie rinnovabili sono il cherosene del futuro. Consentono l’aviazione a emissioni zero di CO2. Con la sua partnership con Atmosfair, il Gruppo Lufthansa riprende il comando e fornisce una spinta alla produzione di PtL».

Il Gruppo Lufthansa acquisterà almeno 25.000 litri di carburante PtL all’anno nei prossimi cinque anni e lo metterà a disposizione dei clienti. Per utilizzare le prime quantità, Kuehne+Nagel e Lufthansa Cargo hanno concordato una partnership esclusiva. I fornitori di servizi logistici si sono impegnati per l’acquisto congiunto del carburante da Werlte.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti