trasporti ferroviari

In Germania il primo treno a idrogeno: esempio anche per l’Italia

di Marco Morino


default onloading pic

2' di lettura

Tutti d’accordo: il treno del futuro sarà alimentato a idrogeno, sarà completamente privo di emissioni e inizierà il suo primo servizio passeggeri in Bassa Sassonia. Si chiama “Coradia iLint” ed è realizzato da Alstom per l'Autorità dei trasporti locale della Bassa Sassonia (Landesnahverkehrsgesellschaft Niedersachsen, LNVG). In totale, 14 treni a cella a combustibile saranno costruiti nel sito di Salzgitter, per trasportare i viaggiatori tra Cuxhaven, Bremerhaven, Bremervörde e Buxtehude a partire dal dicembre 2021.

Sono destinati a sostituire le unità multiple a trazione diesel dell'autorità dei trasporti Elbe-Weser-Verkehrsbetriebe (evb) e ad azzerare l'emissione di inquinanti nel servizio quotidiano. L'alimentazione del treno a idrogeno sarà assicurata da una propria stazione di ricarica del Gruppo Linde. Coradia iLint può coprire fino a mille chilometri con un “pieno”, raggiungendo una velocità massima di 140 km/h.

Un’idea, quella del treno a idrogeno di Alstom, anche per le Regioni italiane, in molte delle quali si avverte l’urgenza di rinnovare la flotta dei treni attualmente in circolazione. Questo treno a zero emissioni è silenzioso ed emette unicamente vapore e acqua di condensa.

In Germania il primo treno a idrogeno

A Wolfsburg, i dirigenti di LNVG, Alstom e Linde hanno sottoscritto i contratti per la consegna dei 14 treni a cella a combustibile, con relativa manutenzione trentennale e fornitura di energia. La manutenzione dei treni a cella a combustibile sarà curata da Alstom nel deposito evb di Bremervörde, che sarà ampliato per questo scopo.

Gian Luca Erbacci, Senior Vice President per l’Europa di Alstom, riassume così il senso dell’evento: “Questo giorno - dice - rappresenta una vera rivoluzione del trasporto ferroviario e un cambiamento epocale verso un sistema di mobilità pulito. Per la prima volta al mondo, un treno passeggeri regionale alimentato a idrogeno sostituirà i treni diesel, senza generare emissioni, con le stesse prestazioni di un treno regionale normale e un'autonomia fino a mille chilometri. Alstom è orgogliosa di avere sviluppato il suo treno Coradia iLint a Salzgitter, in Bassa Sassonia. Siamo grati al governo federale tedesco e al governo regionale della Bassa Sassonia per il costante supporto e la fiducia nelle forti capacità di innovazione di Alstom”. Un segnale anche per l’Italia.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...