eurozona

In Germania la recessione da pandemia è stata del 5% nel 2020

La seconda ondata di contagi e i conseguenti lockdown hanno prodotto meno danni e nel quarto trimestre il prodotto interno lordo dovrebbe essere rimasto piatto

Germania, Merkel prolunga il lockdown duro fino al 31 gennaio

La seconda ondata di contagi e i conseguenti lockdown hanno prodotto meno danni e nel quarto trimestre il prodotto interno lordo dovrebbe essere rimasto piatto


1' di lettura

L’economia tedesca nel corso del 2020 si è contratta del 5 per cento secondo i dati preliminari diffusi dall’ufficio nazionale di statistica. A limitare i danni per la prima economia dell’Eurozona è stato il massiccio intervento statale di aiuti e sostegno a imprese e consumatori. La recessione è stata meno severa di quella del 2009 seguita alla crisi finanziaria quando il Pil registrò un calo del 5,7 per cento.

Gli interventi pubblici e il calo del gettito fiscale hanno prodotto un aumento a livelli record del deficit generale dello Stato che ha segnato il 4,8 per cento, il secondo livello più alto raggiunto dalla Riunificazione.

Loading...

Nel quarto trimestre, invece, l’economia sarebbe rimasta stagnante, ha aggiunto Destatis, dimostrando che in Germania gli effetti dell’ondata autunnale della pandemia - con le conseguenti chiusure sono stati per il momento meno gravi di quanto temuto.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti