in giappone

In Giappone vertice dei ministri degli Esteri del G20, Di Maio non c’è: per lui tour elettorale in Sicilia

Il leader politico dei Cinque Stelle è in Sicilia. Sabato 23 novembre incontrerà il sindaco di Licata, visiterà le aree alluvionate di Ispica, per poi raggiungere nel pomeriggio Ragusa per un incontro elettorale. Sarà poi la volta di un colloquio con i sindaci di Rosolini/Noto. Chiuderà con un altro incontro elettorale ad Augusta assieme agli attivisti del Movimento

di Andrea Carli


Ex Ilva, Di Maio: Arcelor Mittal? Li trasciniamo in tribunale

2' di lettura

I ministri degli Affari esteri del G20 sono riuniti in queste ore a Nagoya, in Giappone. Il primo dicembre l’Italia entrerà ufficialmente a far parte della Troika G20, che includerà anche la presidenza uscente (Giappone) e quella entrante (Arabia Saudita). La presidenza italiana del G20 inizierà il primo dicembre 2020 e si concluderà il 30 novembre 2021. Il responsabile della Farnesina, Luigi Di Maio, non è partito per il Giappone. È rimasto in Italia.

Di Maio non va in Giappone: per lui (anche) incontri elettorali in Sicilia
A rappresentare l’Italia al vertice giapponese è la vice ministra Emanuela Del Re. In queste ore Di Maio è in Sicilia, a Castelvetrano, in provincia di Trapani, quindi farà tappa nell’agrigentino. Domani, sabato 23 novembre, il leader politico dei Cinque Stelle incontrerà il sindaco di Licata, visiterà le aree alluvionate di Ispica, per poi raggiungere nel pomeriggio Ragusa per un incontro elettorale. Sarà poi la volta di un colloquio con i sindaci di Rosolini/Noto. Chiuderà con un altro incontro elettorale ad Augusta assieme agli attivisti del Movimento. «Qualcuno mi ha criticato: sei ministro degli Esteri e vai in Sicilia? Sì - osserva Di Maio -, sono qui perché negli stessi giorni in cui si aiutava Venezia bisognava aiutare la Sicilia colpita dal maltempo. Sono venuto a chiedere scusa a nome dello Stato a molti sindaci: in questo territorio ci sono stati anche morti per maltempo».

I temi del vertice giapponese
La riunione di Nagoya si è aperta con una cena sociale per i capi delegazione. Nella mattinata di sabato si svolgeranno due sessioni di lavoro: la prima sarà dedicata alla promozione del libero commercio e della governance globale (con particolare riferimento alla riforma dell’Organizzazione Mondiale del Commercio e delle Nazioni Unite); la seconda sarà incentrata sugli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030. A seguire, la riunione si chiuderà con un pranzo di lavoro dedicato all’Africa.

Il referendum online che ha sconfessato la linea del leader
Il via libera uscito dalla piattaforma Rousseau per la presentazione di liste grilline alle regionali di Emilia Romagna e Calabria è stato un colpo per il leader politico M5S: nei giorni e nelle ore precedenti alla consultazione Di Maio si era espresso a favore della scelta di tenersi fuori dalle due competizioni. Il Movimento sempre più La prossima settimana, mercoledì 27, si terrà l’assemblea dei parlamentari pentastellati. Alla riunione parteciperà anche lui. All’ordine del giorno: “aggiornamento sulla situazione politica”.

Per approfondire:
M5S in rivolta. Spunta l'idea di un «cordone» intorno a Di Maio
M5S senza pace: ancora una fumata nera per il capogruppo alla Camera

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...