ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùQatar 2022

In giro per il mondo lezioni sospese per i mondiali di calcio

Nel Paese ospitante scuole chiuse per un mese e mezzo ma deroghe le troviamo anche in Galles, Costa Rica, Croazia, Belgio, Tunisia

di Redazione Scuola

(16878)

2' di lettura

La scuola nel pallone. Dal Qatar, dove gli scolari sono stati messi in vacanza per un mese e mezzo, al Galles, che oggi ha deciso di sospendere le lezioni per far vedere la partita contro l’Iran, sono molti i paesi che hanno deciso di adeguare i ritmi scolastici alle esigenze calcistiche. Il Governo gallese, infatti, ha lasciato libere le scuole di decidere se consentire o meno agli alunni di guardare la seconda partita della nazionale allenata da Robert Page. Una decisione che arriva in un momento storico per il Paese, visto che è la prima volta che il Galles partecipa a una Coppa del Mondo dal 1958. Ma il Galles non è l’unico paese ad avere scelto di sostituire la lavagna con la tv.

In giro per il mondo

In Qatar, il paese che ospita la competizione, addirittura, gli alunni sono in ’vacanza Fifa’ per un mese e mezzo per godersi la manifestazione sportiva. Anche nei posti di lavoro, dove sarà possibile, i ritmi si adeguano alla competizione: nella pa i dipendenti sono stati messi in smart working.
In Marocco alcune scuole, università e aziende hanno spostato gli orari per poter permettere agli alunni e ai lavoratori di seguire le partite della nazionale che deve sfidare ai gironi la Croazia, il Belgio e il Canada.
In Costa Rica per risolvere la questione spinosa dell’orario delle partite della nazionale, che nella partita di esordio ha perso 7 a 0 contro la Spagna, si è deciso in molti casi e in particolare all’Unversidad de Costa Rica di sospendere le lezioni per permettere agli studenti di seguire le partite in tv o alla radio della nazionale centroamericana prima di tornare allo studio.

Loading...

Le altre scelte

In Croazia è stato consentito di guardare le partite di calcio della nazionale a scuola.
In Belgio, in alcune scuole invece, si è deciso di focalizzarsi sulle controversie legate a Qatar 2022: dalle condizioni di lavoro dei migranti ai cantieri.
In Tunisia, invece, come nella maggior parte degli altri paesi come la Francia, niente pausa per le partite delle rispettive nazionali. La lavagna resta la priorità.

Scuola, tutti gli approfondimenti

La newsletter di Scuola+

Professionisti, dirigenti, docenti e non docenti, amministratori pubblici, operatori ma anche studenti e le loro famiglie possono informarsi attraverso Scuola+, la newsletter settimanale de Il Sole 24 Ore che mette al centro del sistema d'istruzione i suoi reali fruitori. La ricevi, ogni lunedì nel tuo inbox. Ecco come abbonarsi

Le guide e i data base

Come scegliere l’Università e i master? Ecco le guide a disposizione degli abbonati a Scuola+ o a 24+. Qui la guida all’università con le lauree del futuro e il database con tutti i corsi di laura

Lo speciale ITS

Il viaggio del Sole 24 Ore negli Its per scoprire come intrecciare al meglio la formazione con le opportunità di lavoro nei distretti produttivi delle eccellenze del made in Italy. Tutti i servizi


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter Scuola+

La newsletter premium dedicata al mondo della scuola con approfondimenti normativi, analisi e guide operative

Abbonati