climate change

In Islanda celebrato il funerale del primo ghiacciaio estinto


Islanda, addio al ghiacciaio Okjokull: ucciso dal Climate Change

2' di lettura

Non è solo la Groenlandia ad accelerare sulla strada dello scioglimento dei ghiacci perenni. È l’intero Nord Europa, tutte le regioni alle soglie del Circolo polare artico, a subire inesorabilmente gli effetti del climate change. Nel fine settimana in Islanda si è celebrato con una sorta di mesto funerale, con tanto di di lapide in bronzo, la prima sparizione di un ghiacciaio nell’isola, l’Okjokull.

GUARDA IL VIDEO. Islanda, il funerale per il ghiacciaio scomparso

Alla cerimonia hanno partecipato il primo ministro Katrin Jacobsdottir e l’ex Alto commissario dell’Onu per i diritti umani Mary Robinson, insieme ai ricercatori islandesi e ai colleghi americani della Rice University che da tempo seguono l’evoluzione del ghiacciaio. Alla fine di un corteo che ha attraversato i prati laddove una volta c’erano i ghiacci è stata posta una placca in bronzo con «Una lettera per il futuro» che rappresenta un chiaro monito per la piena consapevolezza sui rischi che l’intera umanità corre di fronte al cambiamento climatico.

Il ghiacciaio di Okjokull com’era nel 1986 e com’è oggi, ridotto praticamente a uno spruzzo di neve (Epa)

«Nei prossimi duecento anni tutti i nostri ghiacciai seguiranno lo stesso destino - si afferma nel testo dell’iscrizione, la prima a livello mondiale posta in ricordo di un ghiacciaio -. Questo monumento serve per raggiungere la consapevolezza che sappiamo quello che sta succedendo e quello che deve essere fatto. Solo voi saprete se lo abbiamo fatto».

Gli stessi ricercatori hanno infatti messo in guardia che proseguendo di questo passo sono a rischio scioglimento altri 400 ghiacciai dell’isola. «Spero che questa cerimonia possa far riflettere non solo il nostro Paese ma anche il resto del mondo, perché quello che vediamo qui è solo un aspetto del climate change», ha affermato Jakobsdottir.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...