Mercato e Industria

In Italia calano gli incidenti con morti e feriti nel 2018

Nel 2018 gli incidenti stradali con lesioni a persone in Italia sono calati dell'1,5% rispetto al 2017. tra le cause in primis la distrazione alla guida

2' di lettura

Dopo un 2017 in controtendenza, nei dodici mesi del 2018 in Italia gli incidenti stradali con lesioni a persone sono tornati a calare. Secondo i dati del Rapporto Aci-Istat lo scorso anno i sinistri con lesioni sono stati 172.344 (-1,5% rispetto al 2017). In calo anche le vittime decedute entro 30 giorni dall'evento e i feriti, rispettivamente, 3.325 (-1,6%) e 242.621 (-1,7%). Purtroppo i morti tra i pedoni sono invece aumentati dell'1,5%, a quota 609: quelli tra i ciclomotoristi del 17,4% (108 in totale) e quelli tra gli occupanti di autocarri del 15,3% (188). In calo le vittime tra i centauri (-6,8%, per un totale di 685), tra i ciclisti (-13,8%, 219) e tra gli automobilisti (-3%, 1.420).

Lo scorso anno gli incidenti sono stati provocati soprattutto dalla distrazione alla guida (in primis per l'utilizzo dei cellulari), dal mancato rispetto delle precedenze e dalla velocità troppo elevata (nel complesso, il 40,8% dei casi). Le prime due tipologie sono anche le più sanzionate dalle forze dell'ordine, mentre risultano in diminuzione le contravvenzioni per eccesso di velocità. Il totale delle vittime in autostrada nel 2018 ha superato quello del 2017: 327 contro 296 (+10,5%). In calo i morti sulle strade extraurbane e urbane: 1.596 (-1,2%) e 1.402 (- 4,4%). «Rispetto allo scorso anno registriamo purtroppo un aumento delle vittime delle categorie vulnerabili, in particolare tra i pedoni» ha dichiarato Angelo Sticchi Damiani, presidente dell'Automobile Club d'Italia. La riduzione media annua del numero di vittime della strada del nostro Paese, pari a 2,6% nel periodo 2010-2018, è inferiore a quanto stimato per l'obiettivo europeo - ormai irraggiungibile - di dimezzare il numero di morti in incidenti stradali entro il 2020.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti