Strategie regionali

Turismo, in Lazio “paghi due notti e ne prendi tre”, in Liguria polizza per gli stranieri

Dopo la forte battuta d’arresto che ha caratterizzato il turismo a causa della pandemia, si mettono in campo strategie per ripartire già da questa estate

di An.C.

Von der Leyen: 70% della popolazione Ue vaccinato per fine luglio

3' di lettura

Il problema riguarda tutte le regioni, e sta tutto in quel numero, in quella battuta d’arresto che ha caratterizzato il comparto del turismo lo scorso anno, in piena pandemia coronavirus: 233 milioni di presenze in meno, con un calo di oltre l’80% in alcune località come le città d’arte. Ora, in questa fase in cui vengono allentate le misure per il contenimento dei contagi e in vista del debutto del Certificato verde digitale il primo luglio, la strategia è quella di mettere in campo proposte che sappiano attirare i turisti. Lazio e Liguria si sono già mosse in questa direzione.

“Fai un salto nel Lazio”, al via campagna promozione turismo

«Riprende la stagione turistica - ha sottolineato il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, in occasione della presentazione dell’iniziativa “Più notti, più sogni” -. Sembrava un sogno ma non lo è. La campagna vaccinale sta andando bene e finalmente riapre una stagione verso la normalità, anche se sempre in sicurezza. E il Lazio ora è un luogo sicuro anche grazie alla campagna vaccinale. Spingiamo quindi la promozione con azioni concrete. A chi verrà e dormirà 3 notti consecutive nel Lazio, la Regione pagherà una notte in più. A chi invece dormirà 5 notti la Regione ne pagherà due in più».

Loading...

Liguria stipula polizza anti covid per turisti stranieri

Se il Lazio punta sul pernottamento gratis, la Liguria prende in considerazione il modello adottato dall’Andalusia e si concentra sulla copertura sanitaria anti Covid. La regione investirà 300 mila euro per garantire una polizza assicurativa ai turisti stranieri non residenti in Italia che si ammaleranno durante un soggiorno ligure fino al 31 dicembre 2021. La soluzione è stata prevista da un emendamento al ddl 65 presentato dalla Giunta in Consiglio regionale e approvato all’unanimità. Si tratta di «una polizza assicurativa per l’assistenza sanitaria per il rimborso delle spese legate al covid per prestazioni erogate dal servizio sanitario regionale e per il rimborso dei costi di prolungamento del soggiorno». È escluso chi vive a San Marino e in Vaticano. La tutela si estende anche agli albergatori, per i costi di eventuali periodi di quarantena e di conseguente chiusura della struttura o di una sua parte.

Venezia, al via “gli angeli del decoro”

A livello comunale, c’è anche chi si prepara ad accogliere i turisti, adottando allo stesso tempo delle soluzioni che preservino le bellezze del territorio. La Giunta comunale di Venezia ha infatti approvato la delibera per avviare il servizio di “informazione e accoglienza turistica” in Area Marciana e in Area Realtina. Il testo prevede il monitoraggio e la supervisione dei luoghi più delicati e fragili della città da parte di personale qualificato con funzione sia di orientamento e informazione del turista, sia di prevenzione di comportamenti non compatibili con il decoro e il rispetto dei suddetti spazi.

Un servizio per il quale l’amministrazione comunale ha stanziato 250mila euro. Gli “angeli del decoro” entreranno in funzione a metà giugno e garantiranno il loro servizio non solo in piazza San Marco, ma anche nei punti di accesso principali del centro storico e nelle aree contraddistinte da un maggiore flusso pedonale. Il loro compito sarà quello di sensibilizzare i visitatori al rispetto delle buone pratiche da seguire per un turismo responsabile e sostenibile e per garantire il decoro della città, nonché di orientamento del turista. Saranno in media 10 ogni giorno le persone che, per tutti i mesi estivi e fino ad ottobre, presidieranno i luoghi di maggior afflusso.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti