ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùenergia pulita

In Puglia arriva il reddito energetico

La Regione pagherà i pannelli solari che daranno elettricità gratis alle famiglie povere, l’incentivo all’energia prodotta pagato dal Gse finanzierà il fondo regionale

di R.E.I.


default onloading pic
Marka

1' di lettura

Un fondo regionale finanzierà i pannelli fotovoltaici che renderanno più leggere le bollette elettriche dei poveri. È questo l’obiettivo del “reddito energetico” approvato dal consiglio regionale della Puglia.
La legge pugliese stanzia 5,6 milioni di euro per il 2019 con i quali la Regione acquisterà impianti fotovoltaici e li metterà, in comodato d’uso, a disposizione delle famiglie a reddito più basso. L’energia elettrica prodotta dai pannelli solari sarà consumata dalle famiglie mentre l’incentivo per i chilowattora verdi finanzierà il fondo.

Le legge regionale non diventa subito operativa perché mancano le regole applicative, a cominciare dal regolamento di accesso al reddito energetico, con criteri di selezione dei beneficiari per favorire i nuclei in stato di indigenza, per le famiglie più numerose e per le giovani coppie. Per le utenze condominiali, saranno previsti punteggi in base a diversi criteri, come il numero di appartamenti dell’edificio.

L’energia autoprodotta potrà essere consumata dai beneficiari e quella non utilizzata verrà immessa nella rete elettrica con i criteri dello “scambio sul posto” incentivati dal Gestore dei servizi energetici. Il Gse pagherà l’energia alla Regione, che userà i soldi per finanziare il fondo.

Rse: con ricerca europea CPVMatch ora celle solari più efficienti

La Puglia emanerà i bandi per comprare e per istallare gli impianti, ma anche per la manutenzione straordinaria, il telecontrollo e la raccolta dei dati di produzione e consumo. I beneficiari del reddito energetico invece dovranno spendere in prima persona per la manutenzione ordinaria dei pannelli e, se decadranno dal beneficio, per riscattare l’impianto.

Un’esperienza simile è in corso a Porto Torres (Sassari) e l’idea è stata fatta propria dal Movimento Cinquestelle pugliese.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...