ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùIl quesito del Lunedì

In quali casi le detrazioni del 110 e del 50 per cento si possono cumulare

Si possono sommare lo sconto del 50% per gli interventi di manutenzione straordinaria e la detrazione del 110% per quelli ammessi al super-ecobonus

di Alessandro Borgoglio

2' di lettura

Domanda. Nel corso del 2022, in un'abitazione unifamiliare un privato ha eseguito lavori di ristrutturazione,quali il rifacimento delle tubazioni dell'impianto di riscaldamento e dei bagni, ritenendo che per questi interventi si possa fruire della detrazione del 50 per cento. Nello stesso anno, successivamente a questi lavori, lo stesso soggetto ha presentato una Cilas (comunicazione inizio lavori asseverata superbonus) per il superbonus 110 per cento, prevedendo di sostituire la caldaia e gli infissi, e di installare un impianto fotovoltaico con accumulo, conseguendo così il miglioramento di due classi energetiche. Si chiede se il contribuente in questione può fruire di entrambi i bonus, cioè del 110% per le opere che vi rientrano e del 50% per quelle aggiuntive.

Risposta. La risposta è positiva. Sono, infatti, cumulabili la detrazione del 50% per gli interventi di manutenzione straordinaria - di cui all'articolo 16-bis del Tuir, Dpr 917/1986 (nel caso di specie, relativi a rifacimento delle tubazioni dell'impianto di riscaldamento e dei bagni) - e la detrazione del 110 per cento per gli interventi ammessi al super-ecobonus, di cui all'articolo119, escluso il comma 4 (antisismico), del Dl 34/2020 (nel caso di specie, relativi alla successiva sostituzione della caldaia, degli infissi e all'installazione di un impianto fotovoltaico con accumulo), trattandosi di interventi rientranti in agevolazioni differenti, per i quali non esiste una preclusione al cumulo. Nel caso in cui taluni lavori “successivi” non rientrino nel super-ecobonus del 110 per cento, ma siano invece compresi nel bonus casa del 50 per cento, occorrerà tenere conto del plafond di spesa già consumato per gli interventi precedenti (rifacimento delle tubazioni dell'impianto di riscaldamento e dei bagni), spesati nello stesso anno.

Loading...

Il quesito è tratto dall'inserto L’Esperto risponde in edicola con Il Sole 24 Ore di lunedì 19 settembre.

Consulta L'Esperto risponde per avere accesso a un archivio con oltre 200mila quesiti, con relativi pareri. Non trovi la risposta al tuo caso? Invia una nuova domanda agli esperti

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti