ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùResidenzialità alternativa

In Toscana il senior living scommette sugli stranieri che amano l’Italia

La joint venture appena nata tra l’inglese Guild Living e la tedesca Specht Group prevede la prima operazione in corso a Siena (in Strada di Malizia, non lontano dall’ospedale delle Scotte) con 83 appartamenti e servizi

di Silvia Pieraccini

2' di lettura

Si fanno largo anche in Italia le residenze per la terza età - condomini moderni dotati di ristoranti, area benessere, spazi comuni e servizi - considerato uno dei settori di sviluppo più promettenti dei prossimi anni. Pensate per chi è “senior” ma attivo e indipendente, e vuole vivere (per qualche mese o a lungo termine) in un luogo bello e comodo a contatto con altre persone, le residenze per la terza età guardano alla popolazione locale, ma anche agli stranieri che amano l’Italia.

A scommettere sul segmento del senior living in Italia è la joint venture appena nata tra l’inglese Guild Living e la tedesca Specht Group, operatori internazionali specializzati nel settore: Guild Living, fondato da Eugene Marchese e Michael Eggington, ha sviluppato progetti di questo tipo in Australia, Nuova Zelanda, Asia e Inghilterra; Specht Group in 30 anni ha gestito più di 100 progetti residenziali per anziani in Germania e per lo sbarco sul mercato tricolore ha costituito una filiale guidata da Luca Landini, Specht Group Italia. Il piano di sviluppo della joint venture prevede dieci aperture di Guild Community - così si chiameranno le residenze – nei prossimi cinque anni nelle destinazioni italiane più attrattive: la prima sarà a Siena nel maggio 2023, seguita da Torino nel dicembre 2023 e poi sul lago di Garda nel dicembre 2024.

Loading...

La prima operazione in corso a Siena (in Strada di Malizia, non lontano dall’ospedale delle Scotte) prevede 83 appartamenti dal design contemporaneo, dai bilocali alla penthouse, ricavati in un ex residence mai ultimato ora in via di ristrutturazione: previsti bar-ristorante, wellness center, piscina riscaldata esterna, un parcheggio multipiano da 118 posti sovrastato da un longevity hub di 300 metri quadrati che accoglierà startup, il tutto arricchito da un parco di tre ettari con edifici storici (una casa di caccia e una limonaia) che ospiteranno spazi di aggregazione.

L’investitore è il fondo Infrastrutture per la crescita del gruppo Azimut, la gestione sarà affidata alla joint Guild-Specht. Gli appartamenti sono destinati all’affitto e saranno pronti in primavera. Secondo i promotori questo tipo di proposta abitativa potrà contare sulla longevità sempre più diffusa e sulle nuove dinamiche familiari, caratterizzate dalla mobilità dei giovani e dalla minore stanzialità dei meno giovani. Ma potrà essere interessante anche per gli stranieri che vogliono vivere il lifestyle italiano: Siena e la Toscana, da questo punto di vista, hanno le carte per attrarre.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati